Salvare più vite

3 Maggio 2012

PALMANOVA. Si è tenuto con successo il corso di rianimazione cardiopolmonare di base con l’ausilio del defibrillatore semiautomatico (BLS-D) per i Volontari del Soccorso del Comitato Locale C.R.I. di Palmanova. Il corso si è svolto nei locali dell’auditorium S. Marco di Palmanova, messo a disposizione dalla locale Parrocchia, ed ha visto la partecipazione di 82 Volontari C.R.I. provenienti dai gruppi di Cervignano, Palmanova e Torviscosa. Di questi, 13 hanno acquisito per la prima volta il brevetto superando un test teorico e una prova pratica di rianimazione al termine delle lezioni. Gli altri 69 hanno invece frequentato il “refresh” che consiste nell’annuale incontro (obbligatorio per chi ha già conseguito in passato l’abilitazione all’uso di tale strumentazione medica) in cui oltre a riseguire le lezioni teoriche, necessarie per conoscere le variazioni delle linee guida eventualmente avvenute durante l’anno, si è nuovamente valutati nella prova pratica di rianimazione. A tutti i partecipanti saranno ora consegnati due attestati: il primo, rilasciato dalla C.R.I., è riconosciuto in tutti gli stati dell’Unione Europea in quanto fa parte del “Progetto Defibrillazione” intrapreso da tutte le realtà nazionali di Croce Rossa in Europa; il secondo è invece l’abilitazione all’uso del defibrillatore semiautomatico all’interno della provincia di Udine ed è rilasciato dal Direttore Provinciale del 118 in ottemperanza a quanto disposto dalla legge 3 aprile 2001, n. 120 successivamente integrata dalla legge 15 marzo 2004, n. 69.

Il corso, che segue le più recenti linee guida internazionali emesse in materia (ILCOR 2010), è stato tenuto da istruttori della Croce Rossa di Palmanova, Pordenone e Monfalcone. Questi, nelle loro spiegazioni, si sono avvalsi di strumentazioni didattiche molto sofisticate in dotazione alla Croce Rossa palmarina come i manichini che mimano una vittima in arresto cardiorespiratorio, o dei defibrillatori da esercitazione che simulano le reali operazioni compiute dalle vere strumentazioni di intervento. Gli argomenti trattati e le modalità di svolgimento seguono fedelmente quanto disposto dalla Commissione Nazionale per la Rianimazione Cardiopolmonare.

Già dal 2001 (con l’avvento della legge 120 che ha dato avvio alla formazione e abilitazione di personale non sanitario alla defibrillazione precoce) il Comitato Locale C.R.I. di Palmanova garantisce la presenza su tutte le sue ambulanze e i suoi mezzi di un defibrillatore e di personale addestrato al suo utilizzo; ciò è garanzia di maggiore sicurezza per tutti coloro che richiedono i servizi della C.R.I.: un rapido intervento costituito dalla scarica elettrica associata a corrette manovre di massaggio cardiaco e ventilazione polmonare può infatti arrivare a triplicare le probabilità di sopravvivenza e ridurre sensibilmente i danni anossici cerebrali (da carenza di ossigeno) delle vittime di arresto cardiaco.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!