Salta il Cittadino dell’anno ma Casarsa avrà i presepi

3 Dicembre 2020

CASARSA. Rimandato al 2021 il Premio Cittadino dell’anno, il riconoscimento che ogni anno premia un casarsese distintosi per il suo impegno con il quale ha portato lustro al nome della cittadina. La Pro Casarsa e Forum Democratico, organizzatori dell’evento, hanno scelto per senso di responsabilità vista l’attuale situazione sanitaria causata dal Covid-19, di rimandare l’appuntamento.

Un presepe di Alberio Castellarin

“Crediamo che in questo momento – hanno fatto sapere Antonio Tesolin, presidente della Pro Loco e Pier Luigi Rosa, presidente di Forum Democratico – la cosa più giusta da fare sia tutelare la salute delle persone, per cui, anche in accordo con la sindaca Lavinia Clarotto, quest’anno il premio non si farà, con la speranza di ritrovarci il prossimo anno per un appuntamento ancora più speciale e significativo, visto che recupereremo anche gli eventi celebrativi per il trentennale di Forum Democratico che non si son potuti tenere nell’autunno 2020”.

Tuttavia la macchina organizzativa non si ferma in vista del Natale che, rispettando le misure di sicurezza, sarà comunque celebrato. “In vista del periodo festivo – ha aggiunto Tesolin – la Pro Casarsa sta infatti coordinando le attività presepiali sul territorio con la realizzazione della consueta mappa per ammirare i presepi allestiti in diversi punti del nostro comune”. Infatti anche quest’anno, passeggiando per Casarsa e San Giovanni, si potranno ammirare il presepe monumentale all’esterno della chiesa di Sant’Antonio Abate a Versutta realizzato dall’associazione Beorcja, il presepe monumentale progettato dall’associazione Il Disegno allestito in vari punti di Casarsa e la mostra nell’ex negozio Arman a Casarsa dei presepi inseriti nei tralci di vite dell’artista Alberio Castellarin. In più, nelle vetrine dei negozi aderenti saranno esposte altre opere presepiali, sempre di Alberio Castellarin, che porteranno un ulteriore tocco natalizio. Tutti i presepi saranno visitabili liberamente a partire da domenica 6 dicembre. L’evento è organizzato con la collaborazione dell’amministrazione comunale casarsese.

“Per quanto riguarda il resto delle tradizioni natalizie, al momento non sappiamo se si potranno fare le tradizionali foghere epifaniche – ha concluso Tesolin -. Si valuterà sulla base della situazione sanitaria ad inizio anno. Però con i presepi presenti in più punti a Casarsa e San Giovanni speriamo si possa far sentire comunque ai cittadini il clima natalizio e che i presepi di Alberio nelle vetrine dei negozi possano essere un fattore attrattivo per i clienti”.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!