Rosa Saccotelli Pavan eletta Presidente della Storica Società Operaia

3 Giugno 2015

Cda_Collegio sindacale e probiviriPORDENONE – Il volto della Storica Società Operaia di Pordenone porta i segni di una istituzione che ha 149 anni di storia alle spalle, ma che sente l’urgenza di adattarsi ai tempi con un programma di iniziative e attività che riescano a rispondere alle necessità della città secondo «i principi di solidarietà reciproca e legalità in spirito di totale gratuità rispettando e collaborando con le istituzioni pubbliche per contribuire alla crescita del bene comune». Con questa dichiarazione di intenti sottoscritta alla presenza di tutti i convocati Rosa Saccotelli Pavan, nominata alla Presidenza della Società Operaia, ha assunto l’incarico conferitole dal Consiglio di Amministrazione valido per i prossimi tre anni «che saranno contraddistinti da un impegno non di poco conto, per dimostrare che questo sodalizio deve continuare a svolgere un ruolo centrale per la città, plasmandosi alla società attuale».

La conferma di Saccotelli Pavan alla guida del sodalizio è arrivata all’unanimità mercoledì scorso durante la riunione di insediamento dei neoeletti organi sociali, dopo le votazioni di sabato 16 maggio in occasione dell’assemblea ordinaria dei Soci, quando presidente, vicepresidente, consiglio di amministrazione, collegio sindacale e dei probiviri si erano presentati dimissionari per consentire ‘la ripartenza’ dell’associazione secondo il nuovo statuto e regolamento. La nomina di Saccotelli Pavan costituisce un unicum per il sodalizio – si tratta della prima donna a ricoprire tale carica – e inaugura il nuovo capitolo della propria storia. Saccotelli si era insediata a maggio del 2013 con il compito di traghettare la Società Operaia di Pordenone dal suo statuto di Somsi ad associazione. Per questa ragione la decisione dei consiglieri «mi ha particolarmente emozionato, un’attestazione di fiducia che reputo ancora più importante e impegnativa» ha commentato.

Eletti all’unanimità anche Alberto Rossi vicepresidente e Flavio Facca segretario. Il rafforzamento femminile come segno di rinnovamento trova un ulteriore tassello con la nomina nella direzione sociale di un’altra donna oltre alla Presidente – anche in questo caso, un primato in 149 anni di storia – Mariangela Longo che lavorerà accanto a Saccotelli, Rossi, e ai consiglieri Piero Arena e Onorio Venier. Due sono le donne neo membri del consiglio di amministrazione, Miralda Lisetto e Stefania Cuccarollo, «le cui competenze in ambito sociale per Lisetto e in quello scolastico per Cuccarollo, saranno di grande importanza proprio per realizzare le nuove importanti iniziative della Società Operaia, all’insegna del rinnovamento» ha aggiunto Saccotelli Pavan. Confermato Presidente del collegio sindacale Paolo Musolla assieme a Sandro Moretti, Mario Ombrosi, Antonio Rocco e Roberto Sut. Entra nel collegio dei probiviri Francesco Longo eletto con Gianbattista Cignacco, Giuseppe Perlin, Mariangela Bini, Giuseppe Loca. Tra le figure istituzionali della Storica Operaia, viene riconfermato come portabandiera il socio Fernando Baldassarre e come viceportabandiera il consigliere Antonio Stival.

Al termine dell’insediamento la Presidente ha voluto ringraziare gli otto consiglieri usciti dal precedente Cda e che andranno a costituire il nuovo Comitato dei Saggi (che raccoglie tutti i Consiglieri dei precedenti direttivi). Membri del nuovo Consiglio (composto da 18 persone e non più 24) oltre a Presidente, Vicepresidente, Segretario e i componenti della direzione sociale sono Roberto Battistella, Marco Colin, Stefania Cuccarollo, Eddi De Nadai, Davide Luigi Fanna, Miralda Lisetto, Cesare Mazzaro, Ezio Pasut, Beniamino Perissinotto, Cesare Serafino, Antonio Stival, Mario Tomadini.

Rosa Saccotelli ha iniziato il suo percorso all’interno della Società Operaia il luglio 1974 portata dal marito Aldo Pavan socio segretario, attraversando tutte le cariche interne al sodalizio, segretaria volontaria, socia, consigliera e vicepresidente.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!