Ribolla gialla a prezzi ridicoli E’ così che si tutela il vitigno?

10 Aprile 2022

Particolare di un volantino

TRIESTE. Negli stessi giorni in cui gli Assessori Zannier e Bini annunciano la presenza della Regione Fvg a Vinitaly sotto le luccicanti insegne di “Io sono Fvg”, discusso e poco amato brand scelto dall’Amministrazione Fedriga, e comunicano ufficialmente che la “regina” dello stesso stand sarà la Ribolla gialla, sulle reti televisive e sulla carta stampata italiana sta spopolando uno spot di una catena della grande distribuzione che promuove la vendita di una bottiglia di Ribolla gialla spumantizzata a 1,99 euro.

«Una vera presa in giro per i produttori friulani – commenta Massimo Moretuzzo, capogruppo del Patto per l’Autonomia in Consiglio regionale –: con prezzi del genere le nostre cantine sono ben al di sotto dei costi di produzione. Sono questi i risultati della promozione e della tutela del vitigno di Ribolla gialla messe in campo dalla Giunta Fedriga – si chiede Moretuzzo, che annuncia il prossimo deposito di una interrogazione in merito –? Dove sono finite le promesse sulla valorizzazione del territorio, della qualità delle produzioni, delle filiere locali? Oppure, anche in questo caso, ci sentiremo dire che contro la mano invisibile del mercato non è possibile fare nessuna azione da parte delle istituzioni pubbliche?

La verità, a nostro avviso, è che siamo di fronte all’ennesimo segnale dell’assenza di una vera politica agricola regionale, che ha depotenziato il settore primario; ha ridotto l’Ersa a una struttura residuale senza investimenti e prospettive di sviluppo; ha sganciato la promozione enogastronomica dal mondo dei produttori. Considerato che siamo alle porte di una nuova stagione del Piano di Sviluppo Rurale – conclude Moretuzzo –, ci auguriamo che la Giunta regionale prenda atto di quello che sta succedendo e metta in atto delle strategie concrete per sostenere le aziende vinicole che rischiano di essere messe in serissima difficoltà dall’aumento dei costi di produzione e da dinamiche di mercato totalmente fuori controllo».

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!