Riaperto il percorso della Palude Vuarbis a Cavazzo

5 Agosto 2022

CAVAZZO. Si è svolta questa mattina la riapertura ufficiale del percorso naturalistico del sito di Palude Vuarbis e della zona di accoglienza dei turisti di Baita Palude Vuarbis, che si trovano nel Comune di Cavazzo Carnico. Erano presenti, tra le autorità, il Vicepresidente del consiglio regionale Stefano Mazzolini, i consiglieri Fvg Luca Boschetti ed Edy Morandini, Daniele Martina per il consigliere regionale Emanuele Zanon, alcuni primi cittadini, come il Sindaco di Cavazzo Carnico Gianni Borghi e il Sindaco di Bordano Gianluigi Colomba, accanto a diversi assessori, quali Damiano Mammolo di Trasaghis, Franco Barritussio di Tarvisio, Mario Antonio Zamolo di Tolmezzo.

Dopo anni di abbandono, il percorso è stato reso accessibile e percorribile da un intervento di ripristino realizzato dalla Cooperativa Rete Bike Fvg – Cycletaurus, grazie al sostegno della Regione. Il percorso era stato ricoperto dalla vegetazione ed è rimasto impraticabile per molto tempo a causa della caduta degli alberi. Il sentiero costeggia la palude per una lunghezza di circa 3 km e vanta ben quattro punti di osservazione da cui poter ammirare da vicino la flora e la fauna che la palude conserva.

L’operazione di ripristino è parte di un più ampio piano di promozione turistica del territorio della Val del Lago che ha l’obiettivo di favorire lo sviluppo del turismo e cicloturismo in Fvg, facendo rete assieme a una serie di soggetti quali guide locali, strutture ricettive e realtà turistiche. Oltre alla struttura di ristoro Baita Palude Vaurbis, sono a gestione diretta Rete Bike Fvg – Cycletaurus anche il Forte Corazzato Col Badin (bed & food) a Chiusaforte e la Casa Del Popolo (Ristocamere) a Prato Carnico.

Per ulteriori informazioni chiamare il numero +39 393 9324539.

Condividi questo articolo!