Reati contro le ‘fasce deboli’: utili consigli per evitarli

25 Ottobre 2016

UDINE. Giovedì 27 ottobre alle 18, nella galleria Accademia Città di Udine (via Anton Lazzaro Moro 58) ci sarà una conferenza relativa ai reati commessi ai danni delle cosiddette “fasce deboli” e sui reati predatori. Interverrà il Comandante della Stazione Carabinieri di Udine Centro. Questo il “decalogo” redatto dai Carabinieri e che sarà distribuito – assieme ad altri utili consigli – il giorno della conferenza.

1. Non aprite la porta di casa a sconosciuti anche se dichiarano di essere dipendenti di aziende di pubblica utilità o vestono un’uniforme (in tali casi telefonare al 112).
2. Se ricevete telefonate da avvocati che riferiscono che un vostro parente ha avuto un incidente con una macchina senza assicurazione ed è stato portato in una caserma dei Carabinieri o della Polizia e servono dei soldi per poterlo rilasciare, chiamate subito il 112.
3. Verificate con una telefonata da quale servizio sono stati mandati gli operai che bussano alla vostra porta, e per quali motivi. Se non ricevete rassicurazioni non aprite per nessun motivo.
4. Ricordate che nessun ente manda personale a casa per il pagamento delle bollette, per rimborsi o per sostituire banconote false date erroneamente.
5. Non fermatevi mai per strada per dare ascolto a chi vi offre facili guadagni o a chi vi chiede di poter controllare i vostri soldi o il vostro libretto personale anche se chi vi ferma è una persona distinta e dai modi affabili.
6. Quando fate operazioni di prelievo o versamenti in banca o in un ufficio postale, possibilmente fatevi accompagnare, soprattutto nei giorni in cui vengono pagate le pensioni o in quelle di scadenza generalizzate.
7. Se avete il dubbio di essere osservati fermatevi all’interno di una banca o dell’ufficio postale e parlatene con gli impiegati o con chi effettua il servizio di vigilanza. Se questo dubbio vi assale per strada, entrate in un negozio o cercate un carabiniere ovvero una compagnia sicura.
8. Durante il tragitto di andata e ritorno dalla banca o dall’ufficio postale, con i soldi in tasca, non fermatevi con sconosciuti e non fatevi distrarre.
9. Ricordatevi che nessun cassiere di banca o di ufficio postale vi insegue per strada per rilevare un errore nel conteggio del denaro che vi ha consegnato.
10. Quando utilizzate il bancomat usate prudenza: coprite con l’altra mano le dita mentre digitate il codice, ed evitate di operare se vi sentite osservati.

Per qualunque problema e per chiarirvi qualsiasi dubbio non esitate a chiamare il 112, saremo felici di aiutarvi.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!