Raduno scout a Flaibano

29 Aprile 2017

FLAIBANO. Trecento scout e guide di età compresa tra i 12 e 16 anni hanno “invaso pacificamente” il Parco del Tagliamento di San Odorico, a Flaibano, uniti dallo spirito di fratellanza, impegno, lealtà e servizio che da sempre li contraddistinguono. Lo scorso week-end il centro vacanze del comune di Flaibano è stato sede del “Campo di San Giorgio”, raduno dei gruppi scout dell’AGESCI (Associazione Guide e Scouts Cattolici Italiani) della provincia di Udine per ricordare il loro santo protettore, San Giorgio, cavaliere e martire che racchiude in sé valori come lealtà e coraggio, propri di ogni scout.

“Lo scoutismo – afferma Walter Mattiussi, capo scout e consigliere comunale di Mereto di Tomba – ha l’obiettivo di formare buoni cittadini responsabili delle loro scelte, impegnati a fare del proprio meglio e a servire il prossimo. È un sistema educativo, creato da Baden-Powell, che attraverso il gioco, l’avventura e il servizio è molto positivo per i ragazzi. In questo evento non solo è importante la figura storica del santo in sé, quanto i principi e le qualità che egli impersona e rappresenta, in particolare, intende incitare ogni scout e guida ad impegnarsi e mettersi a disposizione degli ultimi. La vittoria sul drago simboleggia la lotta contro le difficoltà e le avversità che ognuno di noi incontra nella propria vita”

Luca Picco parla agli scout

L’evento è stato patrocinato dalle amministrazioni di Mereto di Tomba, Sedegliano e Flaibano che ha messo a disposizione una vasta area pubblica per questa “due giorni” durante la quale è stato allestito un campo formato da oltre 60 tende. “Accogliamo con grande entusiasmo questo evento scoutistico; la scelta del nostro territorio si presta a queste attività didattiche e ci permette di valorizzare la zona e farla conoscere ai giovani, ma anche può essere uno stimolo per la popolazione locale” sottolineano Luca Picco, Massimo Moretuzzo e Ivan Donati, sindaci dei tre comuni che i questo momento stanno percorrendo un processo verso la fusione degli stessi enti.

Le attività sono iniziate sabato pomeriggio con il quadrato di apertura ed il lancio del tema dei giochi; subito dopo si sono tenute tre botteghe con argomenti connessi alla vita avventurosa che contraddistingue l’associazione. Domenica si è svolto un “grande gioco cooperativo” nel quale le varie squadriglie si sono sfidate per decretare, alla fine, i vincitori del 2017.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!