Quando il caffè è scienza

16 Gennaio 2012

A Trieste è stato inaugurato il secondo anno accademico del Master universitario inter-ateneo di II° livello in Economia e Scienza del Caffè, promosso e organizzato da un gruppo di partner di eccellenza nella formazione: l’Università di Trieste, l’Università di Udine, la Fondazione Ernesto Illy, l’Università del caffè (illycaffè), la SISSA – Scuola Internazionale Superiore di Studi Avanzati di Trieste, il Consorzio di biomedicina molecolare (Area Science Park – Trieste), il distretto industriale del caffè della provincia di Trieste (Trieste Coffee Cluster). Sostengono l’iniziativa anche la World Bank, l’International Centre for Science and High Technology, la Fondazione CRUP e la Cassa di Risparmio del Friuli Venezia Giulia.

“Questo progetto propone un nuovo modello virtuoso di collaborazione tra mondo aziendale e accademico, ispirandosi ai valori e all’approccio scientifico e manageriale che furono di mio padre Ernesto Illy e raccogliendone l’eredità culturale, che pone la conoscenza, l’etica e la sostenibilità alla base dell’attività d’impresa”, ha dichiarato Andrea Illy, presidente e amministratore delegato di illycaffè.

I corsi, per un totale di 400 ore di lezione, si svolgeranno nella sede della illycaffè a partire da lunedì 16 gennaio e si chiuderanno a metà settembre con la dissertazione delle tesi. Frequenteranno il Master 19 laureati in Economia, Ingegneria, Scienze, Agraria e discipline affini provenienti da tutto il mondo, a conferma della vocazione internazionale del corso, che ribadisce il ruolo di Trieste come centro mondiale della cultura del caffè. Al progetto collaborano anche membri della rete internazionale della Fondazione Ernesto Illy, e docenti provenienti oltre che dall’Italia, anche dall’India, dall’Olanda e dal Brasile. Il Master offrirà una preparazione approfondita e multidisciplinare ai laureati interessati a lavorare nel mondo del caffè e più in generale nel settore agro-alimentare, dalla coltivazione alle catene di ristorazione. La proposta didattica abbraccia l’intera filiera produttiva del caffè e si sviluppa su tre aree: economico-gestionale, biologico-agronomica e tecnologica, in cui l’elemento unificante è la ricerca della qualità in tutte le fasi del processo produttivo e della commercializzazione del prodotto. Gli studenti che prendono parte al Master provengono da 10 diversi Paesi: Brasile, Burundi, Colombia, El Salvador, Etiopia, Guatemala, India, Italia, Peru e Tanzania. Anche quest’anno, la Fondazione Ernesto Illy offrirà sei borse di studio ad altrettanti studenti provenienti dai Paesi produttori, che consentiranno ai giovani che appartengono a realtà emergenti di prendere parte al Master, offrendo una preziosa opportunità in una dimensione concreta di etica del business. Anche ICS-UNIDO (International Centre for Science and High Technology) offrirà due borse di studio, la World Bank una borsa di studio per uno studente di un paese in via di sviluppo e la Fondazione CRUP una borsa di studio per uno studente friulano. All’apertura del secondo anno accademico è stata, inoltre, inaugurata la nuova sede del Master che si trova in via Flavia 118.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!