Primo incontro ufficiale di Tellini: l’ospedale palmarino

19 Ottobre 2021

PALMANOVA. Prima uscita ufficiale del neo Sindaco di Palmanova Giuseppe Tellini. Stamattina, assieme al già Sindaco e ora vice Francesco Martines, hanno incontrato Denis Caporale, Direttore generale dell’Azienda Sanitaria Universitaria Friuli Centrale. “L’Ospedale di Palmanova è un tema centrale e fondamentale. Un incontro cordiale col quale ho voluto presentarmi, ma anche un momento per fare il punto della situazione sulla programmazione sanitaria dell’Azienda, per comprendere le scelte che condizioneranno i prossimi anni della struttura sanitaria di Jalmicco. In questo momento, in cui l’emergenza sanitaria sta per essere superata, serve una verifica degli impegni assunti dalla Regione e dall’Azienda Sanitaria, per far riprendere al più presto le attività ospedaliere”, commenta il Sindaco Giuseppe Tellini.

“Il Direttore ci ha confermato che l’attività programmata ortopedica è partita. La prossima settimana ci sarà un summit dedicato all’oculistica per organizzarne la ripartenza. Sull’attività mammaria si sta ragionando. Abbiamo voluto ricordare l’importanza del servizio di Rsa e di chirurgia d’urgenza sulla cui riattivazione pare preoccupare la questione legata alla mancanza di personale sanitario. Oltre all‘attività programmata, abbiamo chiesto che si cominci con la chirurgia ortopedica differita. Abbiamo anche ribadito la fondamentale importanza della costante presenza del servizio ambulatoriale pediatrico e della conferma, sulle 24 ore, del Centro di Salute Mentale. Sui primariati, ancora ferma la scelta di quello di Oculistica, a ottobre si concluderanno gli orali per la selezione di quello di Nefrologia e Dialisi, quello di Fisiatria è già coperto”.

E aggiunge il vicesindaco Francesco Martines: “Chiediamo chiarezza sull’atto di programmazione aziendale, più volte rimandato. Pare sia finalmente pronto, ma non è stato ancora ufficializzato. Siamo qui per chiedere certezze sui servizi ospedalieri che saranno operativi a Palmanova e sui tempi, certi, per la loro eventuale attivazione. Al Direttore Generale Caporale chiediamo verifiche mensili sull’avanzare delle attività, un cronoprogramma dettagliato, da poter monitorare con periodicità. Abbiamo trovato in Caporale appoggio a queste nostre richieste. Dalla nostra parte, massima collaborazione e disponibilità. I cittadini della Bassa Friulana, medici e operatori sanitari hanno il diritto di sapere che ne sarà del proprio ospedale, dove potranno usufruire dei servizi sanitari necessari, dove potersi rivolgere, con certezza, se bisognosi di cure o interventi”.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!