Primavera nel giardino del Doge, sabato e domenica

18 Marzo 2016

CODROIPO. Sabato 19 e domenica 20 marzo a Villa Manin di Passariano ritorna l’atteso anticipo di primavera, con la quarta edizione di “Nel giardino del doge Manin”, la manifestazione florovivaistica, a ingresso gratuito, divenuta ormai un appuntamento imperdibile per appassionati e famiglie: nei diciotto ettari del parco della residenza dogale, tra le colorate fioriture dei narcisi, i banchi di oltre 80 espositori, provenienti da tutta Italia e dalla Slovenia, selezionati da Lili Soldatich, presentano le proposte più qualificate per la stagione primaverile, il giardinaggio e la vita all’aria aperta. Non mancherà la possibilità di scegliere, ad esempio, tra ornamenti naturalistici d’epoca, piante perenni o arbusti particolari, oppure piante da frutto, rose, oli, oggettistica d’arredo, proposte di viaggi floreali, solo per citare alcune delle tantissime opzioni, che faranno sicuramente la gioia di chi ama il verde e il giardino.

villa manin giardini-21L’obiettivo degli organizzatori, l’Azienda speciale Villa Manin e l’Istituto regionale per il patrimonio culturale (IPAC), è infatti sempre quello di allestire un’iniziativa di qualità, diretta espressione del settore florovivaistico più innovativo e attento, in armonia con la bellezza del compendio architettonico ed artistico di Villa Manin, vero “gioiello” del ‘700 veneto nella pianura friulana.

Una caratteristica di “Nel giardino del doge Manin” è anche quella degli appuntamenti culturali, che si apriranno sabato 19, alle 10.00, con l’inaugurazione della mostra fotografica “Calle” di Mauro Croce e vedranno interessanti approfondimenti, derivanti da progetti di catalogazione, come quello di Franca Merluzzi (IPAC) sulle bellezze naturalistiche del Giardino Viatori di Gorizia, (sempre sabato, alle 16.30), o l’incontro sulla catalogazione del patrimonio arboreo del parco di Villa Manin, a cura del botanico Alfonso Tomè, domenica alle 10.30.

Ancora domenica, alle 11.30, avrà luogo invece la presentazione del “Taccuino di Martino da Madrisio. Memorie e ricette di uno speziale”, a cura dello scrittore-editore Paolo Morganti, mentre il vivaista Ruggero Bosco affronterà il suggestivo tema delle “Ombre nel giardino”: per i più piccoli, come è ormai tradizione, c’è anche la proposta di un laboratorio didattico (gratuito, su prenotazione: tel. 3487404384), animato da Francesca Tonini e Giorgia Gemo (IPAC), sull’insolito tema “Anche gli alberi soffrono il solletico”. Ma le famiglie potranno divertirsi anche a percorrere i lunghi e ombrosi viali del parco a bordo delle carrozze d’epoca: un’esperienza da non perdere. Passeggiate didattiche nel verde, laboratori di terracotta e dimostrazioni di tecniche di bonsai completano un programma che si annuncia adatto a tutte le esigenze, dallo specialista in cerca di curiosità introvabili al turista che ama perdersi tra gli odorosi labirinti di bosso.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!