“Prima o poi alla Giunta Fvg verrà presentato il conto”

25 Marzo 2021

TRIESTE. ”Tra i peggiori in Italia e in Europa, il Friuli Venezia Giulia è oggi come la Lombardia del marzo 2020, ma con un anno in più non sfruttato per prepararsi agli effetti della pandemia”. Lo dichiara in una nota Sebastiano Badin, segretario regionale di Sinistra italiana.

”Fedriga e la sua giunta godono tuttavia – aggiunge – di un consenso ingiustificato davanti ai numeri disastrosi che mettono a rischio i nostri ospedali. È ora che tutte le opposizioni non risparmino nessun colpo per contrastare l’atteggiamento ondivago del governatore leghista, prima in piazza con il negazionista Tuiach per chiedere riaperture e oggi interprete di un ruolo da politico decisionista, impegnato nel rigore e nella campagna vaccinale. Sinistra italiana dal canto suo può contare sulla coerenza di essere all’opposizione della Lega a Roma come a Trieste e di essersi sempre opposta a ogni tentativo di smantellamento della sanità pubblica.

Forse i cittadini del Friuli Venezia Giulia, confusi da un’attualità in costante evoluzione, non avranno percepito appieno questi gravi cambiamenti di strategia politica e amministrativa, questa incoerenza palese e manifesta e il tracollo delle strutture preposte alla tutela della salute dei cittadini. Noi di Sinistra Italiana – è la conclusione – siamo però sicuri che a lungo termine il conto di questa sciagurata gestione amministrativa e politica verrà presentato anche in Piazza Unità a Trieste e forse non basterà più distrarre i cittadini con le solite cartine di tornasole e i soliti argomenti evergreen come immigrazione e gender”.

Condividi questo articolo!