Previsti tagli anche elevati per la Tari a Palmanova

26 Luglio 2021

PALMANOVA. Le riduzioni della Tari, che questo mercoledì il Consiglio Comunale di Palmanova sarà chiamato a votare, andranno dal -5% per le famiglie fino -65% per le attività economiche, per una diminuzione totale stimata in 73.000 euro per cittadini e attività di Palmanova a cui si aggiungono altri 76.000 euro di riduzioni grazie al lavoro degli uffici e dell’assessorato nella revisione delle corrette superfici di conferimento. È prevista una riduzione generalizzata per tutte le famiglie del 5% a cui si sommano agevolazioni per chi ha figli: -25 euro per ogni figlio fino a 26 anni, dal secondo in poi. Ancora più significativo l’intervento dedicato alle attività economiche: -65% per ristoranti, bar, alberghi, -45% per i negozi (esclusi supermercati, farmacie, banche o tabacchi che non hanno subito chiusure a causa dell’emergenza sanitaria) e -30% per le altre tipologie di attività.

“Un maxi intervento che abbiamo voluto per aiutare famiglie e imprese a risollevarsi dopo la pandemia. Un sostegno concreto rivolto a tutti e, giustamente, riduzioni massime per chi ha subito i maggiori danni dalle chiusure, parziali o totali. Bar, ristoranti e alberghi hanno dovuto rimanere chiusi per 86 giornate e ridurre l’orario per altri 79 giorni. Per i negozi queste imposizioni hanno riguardato 28 giornate. È per il secondo anno che, oltre a una generalizzata riduzione delle tariffe, già avviata da anni, cerchiamo di dare ulteriori forti agevolazioni per combattere le conseguenze dell’emergenza sanitaria. Dal 2013 a oggi a Palmanova possiamo vantare un -7% per la Tari delle famiglie e un -12% per le attività commerciali, a fronte di generalizzati aumenti in tutta Italia”, commentano il Sindaco Francesco Martines, assieme all’assessore all’ambiente Luca Piani.

Per cittadini e imprese non sarà necessario fare alcune richiesta o presentare alcuna documentazione. Le riduzioni saranno calcolate dall’Ufficio Tributi comunale che invierà il bollettino per il pagamento con le riduzioni previste già inserite. “In accordo con NET stiamo anche riparando o sostituendo i cassonetti stradali deteriorati con altri nuovi. Già più di 20 sono stati posizionati in città. Ricordiamo inoltre che è sempre attiva e gratuita la raccolta dei rifiuti ingombranti e che è severamente vietato depositare questa tipologia di rifiuto nei normali cassonetti. Troppe volte siamo costretti ad intervenire per lo scarso senso civico di qualcuno che lascia materassi o altri rifiuti similari, vicino ai cassonetti dell’indifferenziato. Contro i “furbetti del cassonetto”, stiamo già intensificando i controlli per la ricerca dei responsabili”, concludono Sindaco e assessore all’ambiente.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!