Presentate in Regione a Trieste le istanze sulla salute pubblica “Ma Riccardi tace”

23 Giugno 2022

TRIESTE. “Salute Bene Comune, un diritto per tutte/i non un affare”, ma l’Assessore Riccardi tace. Questo slogan riassume il senso della audizione di mercoledì 22, dei rappresentanti del Coordinamento Salute Fvg che a Trieste, in 3^ Commissione del Consiglio regionale, hanno illustrato motivazioni e proposte della Petizione presentata a fine aprile con oltre 15.000 firme.

“Tutte quelle sottoscrizioni raccolte in 40 giorni, in tutto il territorio regionale, ma soprattutto in montagna e zone più periferiche, rappresentano le preoccupazioni, i disagi, le grandi difficoltà che tante cittadine e cittadini patiscono nell’accesso alla sanità pubblica, costrette e costretti a lunghissimi tempi di attesa anche per prestazioni urgenti; a recarsi, soli o anziani, a tante decine di chilometri da casa, addirittura fuori regione o peggio a servizi privati, se ne hanno la possibilità economica. Mai si era raggiunto un analogo livello di disservizio in questa regione.

E su questo pesano – si legge in un comunicato del Coordinamento – i tagli alla sanità a livello nazionale, dal 2004 in poi, ma anche quelli regionali subiti negli anni scorsi con la chiusura di ospedali periferici senza gli interventi territoriali e ora un pesante ridimensionamento di tutti i servizi, ospedalieri e territoriali, la riduzione degli organici. Complice anche la pandemia, lo scarso personale in servizio è stato caricato per due anni di stressanti condizioni di lavoro con retribuzioni inadeguate. A volte assunto per qualche mese. C’è una spesa pubblica che però è aumentata, quella della sanità privata alla quale, anziché assumere direttamente, si appaltano ora, con costi superiori, pezzi di servizi ospedalieri. Abbiamo, speriamo ascoltati da tutta la Commissione sanità della Regione, chiesto di ripristinare i servizi chiusi o sospesi, di investire più risorse sul personale e di prevedere strumenti legislativi di partecipazione di cittadine/i ma anche degli Amministratori, dei Sindaci”.

“Percepita attenzione e interesse, anche dall’alto numero di interventi e domande dei Consiglieri regionali della 3^ Commissione. Stupisce l’assenza di intervento dell’Assessore regionale Riccardi, che ha seguito tutto il dibattito, si è informato sui rappresentati del Coordinamento presenti, con le diverse sollecitazioni e richieste chiarimenti nei suoi confronti. Non sappiamo se non avesse nulla da dire o avesse difficoltà a rispondere alle questioni concrete poste o alle precise richieste. Ma non ha voluto partecipare al confronto!”.

Anche dell’esito di questa Audizione e della continuazione delle iniziative si discuterà Venerdì 24 giugno, con inizio alle 16, al centro Balducci di Zugliano (Pozzuolo) dove è convocata – come già annunciato – un‘Assemblea regionale promossa dal Coordinamento Salute Fvg con il titolo: ”Salute Bene Comune, un diritto non un affare”. L’assemblea del 24 inizierà con 3 relazioni introduttive, alcuni interventi preordinati di Comitati e associazioni a cui seguirà un dibattito aperto a tutti i partecipanti.

”L’Assemblea diventerà così fondamentale confronto – conclude la nota – tra Cittadine e Cittadini con Associazioni tematiche e Comitati vari, con gli Amministratori Pubblici, oltre a quello con le Organizzazioni Sindacali e le forze politiche e i gruppi consiliari regionali, ma anche associazioni di categoria e Organizzazioni del Terzo Settore”.

mail: coordinamentosalutefvg@gmail.com | tel: 3384475550 (Michele)

Condividi questo articolo!