Premio Mela a Bagnaria

1 Ottobre 2012

Non poteva mancare il taglio del nastro

PANTIANICCO. A un’azienda di Bagnaria Arsa è stato assegnato il Premio Mela Friuli 2012, nel corso della 43° Mostra regionale della Mela di Pantianicco, promossa dalla Pro Loco di Pantianicco e dal Comune di Mereto di Tomba. La commissione tecnica, presieduta da Emilio Beltrame dell’Assessorato regionale all’agricoltura, dopo aver effettuato i sopralluoghi in circa 70 aziende, ha scelto “La Franca” a Bagnaria Arsa di Nicola Campion. La Franca nasce negli anni ’60 e ora sotto la conduzione dei Campion, conta un centinaio di ettari, di cui 25 coltivati con le mele Golden, Gala, Granny, Strark, Fuji e Idared. L’assessore regionale alle risorse agricole Claudio Violino ha anche premiato le aziende agricole “Franceschinis Paolo” di Mortegliano (miglior azienda di produzione biologica) e “Geremia Renzo” (fra le aziende con meno di 3 ettari). Sono stati assegnati anche i premi per le migliori cassette di mele a: “Martinelli” di Sequals per le varietà “Gruppo misto”, seguita da “Freschet Egidio” di Budoia (Gala), dalla “F.lli Simeoni” di Latisana (Stark- Red Chief), da “Podrecca” di Dario Nereo di Lorenzaso (Fuji), “Christian Di Bondadiman” (Granny Smith) e “La Tiepola” ( Golden) entrambe di Campagna di Maniago; “Ivo Uterholzner” (Gruppo Biologico) e la “Pomis” (Gruppo varietà autoctone) tutte e due di Chiasiellis di Mortegliano. Premiati, infine, anche il succo di mela, il sidro e l’aceto. Il miglior succo di mela limpido è prodotto dalle aziende “Meneguzzi Carlo”, “Sadjarska Metija Gerzina” e “Metija Knez”; il miglior succo di mela torbido da “Soini Quinto e figli”, “Pomis Julia” e “Kandlwaalhof Luggin”. Il sidro di mele più buono, invece, è realizzato dalla “Pro Loco Pantianicco”, “Kostinger” e “Thonhauser”. E per l’aceto di mele si sono distinte le aziende: “Mostbarkeitan”, “Družinska Metija Biščak” e “Metija Simonič”.

Mele in esposizione a Pantianicco

Lunedì 1° ottobre alle 20.30 negli spazi della Casa del Sidro, l’Associazione culturale “La Grame” presenta il libro “Art, artiscj e artigjans a Merêt di tombe”. Un’occasione, all’interno della Mostra regionale, per conoscere la storia e la cultura di Mereto di Tomba, attraverso preziose opere d’arte, manufatti artigianali e testimonianze concrete sparse su tutto il territorio. Il libro, realizzato con i contributi di Sara Berti, Gilberto Ganzer, Franco Gover e Tarcisio Venuti, esplora la ricchezza artistica ed architettonica del comune di Mereto di Tomba. Attraverso la descrizione delle chiese votive presenti in tutte le frazioni, il lettore si sente come accompagnato in un viaggio dentro una comunità, alla scoperta della sua storia, della sua cultura e delle sue tradizioni. Non mancano le schede dedicate alle singole chiese, visto che in ogni piccola comunità, rappresentano il fulcro della vita sociale e della spiritualità.

L'archeologa Tiziana Cividini

Un appuntamento culturale dedicato all’archeologia e al cinema sarà invece quello di martedì 2 ottobre alle 20.30 negli spazi della Casa del sidro. L’archeologa Tiziana Cividini terrà l’incontro “Archeologia al cinema”, conducendoci attraverso le grandi icone dei colossal americano e non, partendo da Ben Hur, passando per Indiana Jones per arrivare alla serie televisiva Spartacus sino a Troy, Alexander e Il Gladiatore per farci scoprire quanta verità è stata sacrificata sul piccolo e grande schermo. Tiziana Cividini passerà in rassegna gli errori più comuni, di storia, costume e cultura per dimostrare che “l’immagine e l’impatto visivo spesso sono più importanti della veridicità dei dati storici”. La mostra regionale della mela prosegue fino al 7 ottobre fra musica, spettacolo, incontri culturali, sport e iniziative per i bambini. (per info: 0432 860075).

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!