Premio a Mauro Pelaschier a Marina Sant’Andrea

7 Febbraio 2017

SAN GIORGIO DI NOGARO. L’11 febbraio a Marina Sant’Andrea (San Giorgio di Nogaro), sarà consegnato il 4° Premio Voce dell’Adriatico. E’ stato ideato da ARGA FVG, l’Associazione regionale della stampa agricola, agroalimentare, dell’ambiente e territorio, in particolare dal presidente Carlo Morandini, pure vicepresidente nazionale di UNAGA, il gruppo di specializzazione della Fnsi per l’agricoltura, l’agroalimentare, l’ambiente e il territorio, e dal consigliere unico del Marina, Fortunato Moratto. La cerimonia avverrà nella nuova sede di Nautor’s Swan Adriatic, la filiazione adriatica del prestigioso cantiere velico di Goteborg.

Un riconoscimento ormai atteso dagli appassionati del mondo del mare, della cultura, della ricerca, che ha premiato finora per la ricerca lo scienziato veneto Andrea Bergamasco, l’oceanografo che ha misurato l’Antartide e che proprio in questi giorni si trova al Polo Sud per un’altra spedizione con la motonave Ogs Explora. E il biologo televisivo marchigiano Corrado Piccinetti, studioso e, tra l’altro, divulgatore di Linea Blu e di Linea Verde. Per il giornalismo, il premio Voce dell’Adriatico è andato al Guru del mondo del mare, Cino Ricci. Anche stavolta il ‘palcoscenico’ del marina friulano attirerà l’attenzione di appassionati, studiosi della cultura del mare e della marineria, del territorio, appassionati di nautica e sportivi, con un altro grande personaggio: lo skipper e telecronista, Mauro Pelaschier, che proprio nelle scorse settimane ha avviato una nuova avventura televisiva divulgativa assieme a Giulio Guazzini, sulla Rai.

La location dove sarà consegnato il premio Voce dell’Adriatico è vocata all’eccellenza del mare, dell’ambiente, dell’accoglienza. Pur trovandosi nel cuore della zona industriale di San Giorgio di Nogaro, e a poca distanza da Portonogaro, uno dei tre porti commerciali del Friuli Venezia Giulia lungo il fiume Corno, la marina offre ai suoi selezionati ospiti un habitat intatto. La luminosità fatata del luogo è potenziata dall’adiacente compendio lagunare. Mentre servizi e strutture che sono certificate secondo le selettive direttive europee e internazionali hanno consentito a Marina Sant’Andrea di ottenere ininterrottamente, dalla fondazione, poco più di dieci anni fa, la Bandiera Blu per la sostenibilità e l’ambiente.

Proprio lo scorso anno, il sistema di gestione del Sant’Andrea ha ottenuto il nuovo riconoscimento della certificazione UNI EN ISO 14001.2015, rilasciata dall’organismo certificatore DNV-GL Business Assurance Italia. Questo, grazie all’impegno per l’utilizzo di energia sostenibile, e all’implementazione del sistema di gestione ambientale che ne fa partecipe il personale, aziende esterne, clienti e scuole. Con iniziative che hanno tra l’altro portato alla razionalizzazione dei punti di raccolta dei rifiuti, al miglioramento della separazione degli stessi attraverso la sensibilizzazione del personale, degli operatori e degli ospiti, e all’aumento del controllo sugli operatori presenti nella Marina. Per quanto riguarda l’energia, Marina Sant’Andrea è interamente ‘green’, grazie all’installazione di un impianto fotovoltaico da 199 Kw/h, la sostituzione dei corpi illuminanti con sistemi a Led, e l’installazione di un punto di ricarica per i veicoli elettrici.

Condividi questo articolo!