Premiati mele e succhi

29 Settembre 2013

PANTIANICCO. Si è aperta con il Premio Mela Friuli 2013 la 44ma Mostra regionale della Mela di Pantianicco. Alla grande festa rurale, promossa dalla Pro Loco di Pantianicco e dal Comune di Mereto di Tomba, dopo il consueto convegno tecnico che richiama tecnici e agricoltori da tutta la regione, è stata eletta la migliore azienda. La commissione tecnica, presieduta da Emilio Beltrame dell’Assessorato regionale all’agricoltura, dopo aver effettuato i sopralluoghi in circa 80 aziende, ha individuato l’innovativa “Sant’Urbano” di Lodovico ed Henrich Martinelli di Sequals come migliore azienda frutticola regionale, con la motivazione: “Si tratta di un’azienda sempre attiva nella sperimentazione di nuove cultivar e nella individuazione delle più idonee modalità di gestione della pianta al fine di permettere costanza di produzione ed elevate qualità dei frutti”.

Heinrich Martinelli e le sue Golden Delicius

La Sant’Urbano nata nel 1985, è passata da 10 ettari ai 13 attuali, coltivati a mele Golden, Gala, Granny Smith, Stark, Fuji, Pink Lady e Modì. Il Vicepresidente e Assessore alle Risorse rurali agroalimentari e forestali della Regione, Sergio Bolzonello, ha anche premiato le aziende agricole Franceschinis Paolo di Mortegliano (miglior azienda di produzione biologica), la Marco Driutti di Bertiolo (fra le aziende con meno di 3 ettari) e la Podrecca di Lina Del Torre e Dario Nereo di Lorenzaso (miglior azienda di montagna). Sono stati assegnati anche i premi per le migliori cassette di mele a: Pez Pio di Beano, con la varietà Modì per il “Gruppo misto”, seguita dalla Podrecca di Lorenzaso Tolmezzo (Gala), dalla Valnatisone di Pulfero (Stark- Red Chief), dalla F.lli Simeoni di Gorgo di Latisana (Fuji), dalla Sant’Urbano di Sequals (Granny Smith), dalla Raffl di Lestizza (Golden) e dalla Franceschinis Paolo di Mortegliano di (Gruppo Biologico).

Lodovico Martinelli con la Red Chief

Premiati, infine, anche il succo di mela, il sidro e l’aceto. Il miglior succo di mela limpido è prodotto pari merito dalle aziende regionali Pomis, Soini, dalla scuola “Malva Arnaldi”, dalla slovena Rozej e dalla Markuta; il miglior succo di mela torbido è della slovena Rozej, Il sidro di mele migliore, invece, è della Cooperativa Agricola “ Il frutto permesso” e della Kostinger. Per l’aceto di mele ma anche di pomodoro, pera e ai chiodi di garofano, si sono distinte le aziende della Mostbarkeiten.

La festa continua da giovedì 3 a domenica 6 ottobre, con la proiezione della copia restaurata del film “Gli ultimi” di Vito Pandolfi e David M. Turoldo (originario di Coderno), l’elezione di Miss Mela e Mister Melo, i concorsi di dolci a base di mele e miele, il convegno tecnico sulle api, iniziative per i bimbi, le premiazioni del primo contest di ricette per foodblogger dell’Euroregione, tanta musica ed enogastronomia di territorio.

Condividi questo articolo!