Premi nazionali eTwinning: tre scuole friulane fra i vincitori

16 Dicembre 2015

galilei_goriziaFIRENZE – Premiati a Firenze i progetti vincitori del Premio nazionale eTwinning 2015 per i gemellaggi elettronici fra scuole d’Europa. I 15 vincitori, sui 319 progetti presentati, hanno promosso un nuovo modo di fare scuola in Europa ed innovato in modo creativo la didattica in Italia tramite l’uso delle nuove tecnologie. Sono stati privilegiati i docenti alle prime esperienze eTwinning, per dare visibilità e gratificazione agli autori di lavori. Il Presidente di Indire, Giovanni Biondi dichiara: “I 15 vincitori, sui 319 progetti presentati, hanno promosso un nuovo modo di fare scuola in Europa e innovato in modo creativo la didattica in Italia tramite l’uso delle nuove tecnologie. La rete eTwinning è in continua crescita – conclude Biondi – si conferma uno straordinario strumento di crescita per il sistema scolastico italiano ed europeo”.

Quest’anno è il Friuli Venezia Giulia la regione che in Italia raccoglie i maggior numero di premi. Sono infatti tre le scuole friulane premiate nel 2015. C’è ISIS “Galilei” di Gorizia con il progetto “Euroteachers team up”, un gemellaggio promosso dall’insegnante Alessandra Pallavicini che ha permesso agli insegnanti di varie scuole di collaborare, apprendere nuovi approcci pedagogici allo scopo di creare “squadre scolastiche” in grado di utilizzare strumenti web 2.0. Un interessante e innovativo percorso di scambio di buone pratiche e condivisione di metodologie e strumenti per l’insegnamento e l’apprendimento, in un ambiente informale in cui i docenti sono stati anche discenti. Ottima la collaborazione, la condivisione di materiali, la documentazione e l’uso delle TIC.

Un altro riconoscimento va al Liceo Ginnasio Statale “F. Petrarca” di Trieste, con il gemellaggio “Vor 100 Jahren: Weltkrieg … In 100 Jahren: Weltfrieden?”. Il progetto, promosso dall’insegnante Sabina Vecchione Gruener, ha coinvolto scuole di paesi che hanno partecipato nella prima guerra mondiale su fronti diversi, al fine di determinare ciò che resta dei tragici eventi di 100 anni fa. Il tema ha saputo motivare gli studenti in un lavoro che ha promosso diverse metodologie e incluso materie diverse, perseguendo obiettivi sia formativi che didattici. Ottime la comunicazione e la collaborazione, sia tra docenti che tra studenti. Si apprezza inoltre l’inclusione del progetto nel programma dell’esame di Stato della classe italiana.

Premiato anche l’Istituto comprensivo “E. Fermi” di Udine con il progetto “Deutch Heute”. Il progetto, seguito dalla docente Carla Asquini, è stato caratterizzato su un lavoro di analisi e scambio di esercizi su strutture linguistiche, funzioni comunicative e contenuti sulla lingua tedesca, con situazioni e contesti legati al vissuto dei ragazzi proposte attraverso la piattaforma. Il lavoro è stato ben organizzato e perfettamente integrato nel curriculum delle classi, le quali hanno collaborato interagendo in modo costante e creativo. Molto buona anche la documentazione e l’uso delle tecnologie.

I gemellaggi elettronici eTwinning offrono una piattaforma che consente l’attivazione di gemellaggi tra scuole europee che danno agli insegnanti l’opportunità di connettersi, collaborare e condividere attraverso la più grande comunità europea dedicata all’apprendimento online. eTwinning si rivolge alla community per le scuole che comprende oltre 340 mila insegnanti registrati in 35 paesi; in Italia viene gestita da l’Unità Nazionale eTwinning, con sede a Firenze all’interno dell’Agenzia nazionale Erasmus+ di INDIRE – Istituto Nazionale di Documentazione, Innovazione e Ricerca educativa. I dati negli ultimi anni confermano anche in Friuli Venezia Giulia il trend di crescita mostrato a livello italiano. Oltre all’alto numero dei docenti registrati, con 713 insegnanti iscritti alla piattaforma dal 2005 ad oggi, si rilevano incrementi significativi anche nei progetti didattici, arrivati a 309. Sempre partendo dal 2005 ad oggi le scuole del Friuli Venezia Giulia coinvolte nel complesso in eTwinning sono 232.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!