Potenziato il soccorso

28 Luglio 2012

Il quad per il soccorso

LIGNANO. Anche quest’anno la Croce di San Giovanni di Lignano Sabbiadoro ha aperto i battenti del suo Punto di Primo Intervento tra gli uffici 3 e 4 di Lignano Pineta, ospitato dalla Lignano Pineta SpA. In solo due settimane di attività, ogni giorno dalle 10.00 alle 18.00, sono stati eseguiti più di 150 interventi. Tra questi, 3 hanno richiesto l’intervento dell’ambulanza dell’associazione in servizio 118 presso il Pronto Soccorso lignanese, altri 8 vi sono stati inviati per accertamenti.

La novità e la sfida per questa stagione balneare è stato l’acquisto e allestimento di un Quad come mezzo di soccorso che potesse servire le spiagge di Pineta e Riviera; fino ad oggi 6 sono stati gli interventi di questo mezzo con a bordo gli operatori della S.O.G.IT., tutti soccorritori abilitati all’uso del defibrillatore e a manovre salvavita. Il mezzo ha in dotazione uno zaino con il necessario per interventi di emergenza, aspiratore, bombola di ossigeno e Defibrillatore Semiautomatico. L’intento dell’associazione è di rendere Lignano un posto ancora più tutelato dal punto di vista sanitario, anche grazie ad interventi tempestivi in caso di eventi gravi come annegamenti e arresti cardiaci. Il mezzo staziona alla postazione di soccorso della S.O.G.IT. a Pineta e può essere allertato dalla Centrale Operativa del 118 di Udine, con cui è in costante contatto, o direttamente dal servizio di salvataggio in spiaggia. Il nuovo progetto ha ottenuto il plauso dell’ASS locale e del direttore del 118 di Udine, dott. Elio Carchietti, che riconosce il progresso costante del soccorso in tutta la regione.

Il presidente della S.O.G.IT. di Lignano, dott.ssa Graziella Kainich, afferma: “Sono molto soddisfatta degli importanti passi che l’associazione ha fatto e continua a fare; ammetto che sia stato impegnativo autofinanziare completamente questo nuovo progetto ma ci sentiamo in dovere di aiutare il prossimo, ogni giorno meglio. La spina dorsale dell’associazione sono i Volontari Soccorritori che ogni giorno, a bordo dei nostri mezzi, fanno del loro meglio per aiutare gli altri, impegnando il loro tempo libero al servizio del prossimo. Malgrado il massiccio impegno di tutti i Volontari, c’è una enorme necessità di altri operatori e lanciamo un appello a chi volesse aiutarci ad aiutare, preghiamo quindi di contattare l’associazione per provare ad avvicinarsi, senza impegno, a questa magnifica attività che ha sempre dato molta soddisfazione a cittadini e agli stessi soccorritori”.

I contatti sono formazione@sogit.org, 3400601512; ulteriori informazioni sono reperibili presso www.sogit.org.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!