Poste Italiane recapiterà anche gli Atti giudiziari

19 Marzo 2020

In questo periodo condizionato dall’emergenza Corona virus, Poste Italiane continua a garantire il servizio su tutto il territorio nel rispetto delle esigenze di tutela della salute dei lavoratori e di tutti i cittadini, in linea con gli ultimi provvedimenti governativi. A tal fine, è consigliabile visitare il sito di Poste Italiane – https://www.poste.it/emergenza-covid19.html – dove è possibile trovare gli aggiornamenti relativi alle scelte organizzative e ai processi operativi. Già da oggi ci sono delle novità sulle modalità di recapito che sono diventate legge, in quanto da ieri inserite nel decreto legge (articolo 108) 17 marzo 2020, n. 18 (cd. “Cura Italia”). In sintesi, anche gli atti giudiziari vengono inseriti in cassetta del destinatario al pari di raccomandate e assicurate. Mentre carte identità, passaporti e contrassegni (incluse le patenti), continueranno, come prima, ad essere depositate in ufficio postale (lasciando avviso di giacenza).Le nuove modalità operative del recapito sono state condivise con la competente Autorità di regolamentazione del settore postale.

Estratto sul tema corrispondenza:
“Ai sensi dell’art.108 del Decreto Legge 17 marzo 2020, n. 18 (cd. “Cura Italia”), il recapito di invii raccomandati, assicurati e le notifiche a mezzo posta ex legge 890/82 (atti giudiziari e multe) sull’intero territorio nazionale è effettuato, previo accertamento della presenza del destinatario o di persona abilitata al ritiro, tramite immissione dell’invio nella cassetta domiciliare o in altro luogo presso il medesimo indirizzo indicato contestualmente dal destinatario o dalla persona abilitata al ritiro. La firma è apposta dall’operatore postale sui documenti di consegna, in cui è attestata anche la suddetta modalità di recapito.

Gli invii in contrassegno o con consegna a mani proprie saranno depositati direttamente presso l’Ufficio Postale, previo rilascio dell’avviso di giacenza. I termini di giacenza saranno estesi per gli invii raccomandati e assicurati da 30 a 60 giorni. Infine, i servizi PosteInteractive e PostaTarget sono momentaneamente sospesi. Le modalità operative di cui sopra, sono state comunicate alla competente Autorità di regolamentazione del settore postale”.

Per tutti gli altri temi, consultare il sito https://www.poste.it/emergenza-covid19.html

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!