Polinote propone un progetto per genitori “in attesa”

31 Gennaio 2017

PORDENONE. Si intitola “Musica in attesa” il progetto varato dalla cooperativa pordenonese Polinote, che giovedì 2 febbraio proporrà uno stage attivo di presentazione. L’evento avrà inizio alle ore 10.30, nella sede CEM-Polinote in Vicolo Chiuso 4 (si accede da Corso Vittorio Emanuele). Si tratta di un nuovo laboratorio, a cadenza settimanale, di comunicazione creativa non verbale in gravidanza dedicata alle future mamme e ai futuri papà, un laboratorio per sperimentare il ruolo del suono nella comunicazione fin dalla vita intrauterina. Si consigliano abiti comodi e calze antiscivolo. L’ingresso è libero su prenotazione info@polinote.it – Tel. 0434 520754 (ore 16-19). Il laboratorio è tenuto dalla docente Irene Valvason.

Polinote Cooperativa nasce per coordinare e valorizzare appieno una parte importante dell’offerta formativa musicale presente sul territorio pordenonese. In particolare hanno contribuito a dar vita a questa nuova realtà l’Associazione CEM “Cultura e Musica” e l’Associazione Musicale Fadiesis, con la speciale partecipazione della Segovia Guitar Academy, la prestigiosa scuola chitarristica pordenonese affermatasi a livello internazionale. L’attività della cooperativa è finalizzata alla realizzazione di progetti didattici e di avvicinamento alla musica attraverso la conoscenza di uno strumento o del canto, spaziando dalle proposte classiche a quelle moderne, dai progetti per i giovanissimi alle accademie musicali.

Polinote è in grado di offrire svariate e originali proposte musicali appositamente pensate per bambini, ragazzi e adulti. Oltre ai percorsi individuali, i progetti educativi della cooperativa valorizzano l’esperienza di gruppo attraverso la creazione di laboratori di musica d’insieme, di orchestre e di cori, fornendo allo stesso tempo l’opportunità di condividere sul palco il lavoro svolto in molteplici manifestazioni ed eventi. Con la nascita di questo progetto viene messa in campo una squadra musicale con numeri davvero significativi: una cinquantina di maestri e più di 800 allievi distribuiti in 13 sedi diverse tra i comuni di Pordenone, Caneva, Cordovado, Fiume Veneto, Majano, Montereale Valcellina, Motta di Livenza, Pravisdomini e San Vito al Tagliamento.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!