“Polemiche strumentali su manovra di portata storica”

14 Dicembre 2020

TRIESTE. ”Polemiche pretestuose, inutili e strumentali”, così i capigruppo di maggioranza Mauro Bordin (Lega), Giuseppe Nicoli (Fi), Claudio Giacomelli (Fdi) e Mauro Di Bert (Progetto Fvg), bocciano le polemiche innescate dalle forze di minoranza e in particolare dal Partito democratico.

“Dispiace che le forze di minoranza abbiano scelto di sprecare più di un’ora di tempo che poteva essere spesa per affrontare tematiche di interesse delle famiglie e delle aziende del Friuli Venezia Giulia, contestando la presenza in video conferenza della giunta, peraltro rappresentata in aula dall’assessore Roberti, nel corso della discussione generale. Modalità – precisano gli esponenti di maggioranza – prevista dalle disposizioni definite dalla conferenza dei capigruppo di cui hanno fatto parte anche i rappresentanti delle minoranze”.

“È ridicolo che gli esponenti della minoranza contestino quello che loro stessi hanno deciso. L’assessore Zilli è pronta a confrontarsi sulla legge di stabilità e, come è avvenuto fino a oggi, il collegamento in remoto garantirà la qualità del lavoro. Gli altri membri della Giunta, così come avviene ed è avvenuto per i consiglieri regionali, potranno scegliere se essere presenti fisicamente o in video-conferenza e saranno comunque presenti in Aula per l’articolo di competenza”.

I consiglieri di maggioranza sottolineano come “purtroppo sia mancata da parte della minoranza un’analisi nel merito dei contenuti, preferendo sterili polemiche soprattutto verso il piano di investimenti da 354 milioni di euro della Giunta, presentato questa mattina, che promuove investimenti pubblici, occupazione e lavoro”.

“I rappresentanti della minoranza avrebbero fatto una figura migliore complimentandosi con l’amministrazione regionale per l’importante sforzo verso i cittadini, le famiglie e le attività economiche del Friuli Venezia Giulia. Siamo lieti che una manovra di bilancio da 354 milioni di euro, venga criticata solamente per la l’assenza di alcuni assessori in Aula in sede di discussione generale. Siamo comunque convinti – concludono i capigruppo – che ai cittadini interessano ben poco le polemiche strumentali di questa mattina”.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!