Pineta: via ancora sabbia

12 Novembre 2012

LIGNANO. Già provata dalle mareggiate di scirocco del 1 e del 4 di novembre, la spiaggia di Lignano Pineta è stata messa al tappeto da quella di domenica 11 novembre. Non si sono registrati danni alle infrastrutture turistiche, ma altri 20.000 metri cubi di sabbia – per un totale complessivo delle tre mareggiate di 50.000 metri cubi – sono stati asportati dall’arenile in concessione, con punti di erosione più evidenti al Pontile a Mare di Lignano Pineta e davanti alla “mezzaluna” di Piazza Marcello D’Olivo. Il camminamento in cemento che porta all’inizio del Pontile a Mare infatti, per un lungo tratto ai lati non ha più sabbia ma acqua; il pennello frangiflutti davanti a Piazza D’Olivo risultava lunedì mattina completamente sommerso dai marosi di scirocco.

Necessari più che mai – e si spera ancora sufficienti – risultano i lavori della prossima primavera di spostamento sabbia dal mare alla foce del Tagliamento all’arenile di Lignano Pineta, già appaltati dalla Regione Friuli Venezia Giulia, con la collaborazione del Comune di Lignano Sabbiadoro, del Consorzio Marine Lignano e della Società Lignano Pineta.

Un altro grosso problema causato dalla piena del fiume Tagliamento è quello del materiale spiaggiato, in gran parte composto da legno e arbusti, che va accatastato, rimosso e riutilizzato prima che i venti di bora lo possano seppellire sotto la sabbia, creando problemi per l’estate 2013; rimuovere materiale legnoso finito sotto la sabbia, è molto difficile e costoso e ha conseguenze negative sulla pulizia dell’arenile. Importante a questo proposito risulta la collaborazione con il Comune di Lignano Sabbiadoro e con la Regione Friuli Venezia Giulia.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!