Performance finale per il laboratorio “La voce cantata, la voce recitata”

29 Giugno 2016

IMG_1627GRADISCA D’ISONZO – Un’esibizione finale emozionante e suggestiva: la performance finale degli allievi del laboratorio creativo ‘La voce cantata, la voce recitata’ condotto da Davide Calabrese (Oblivion) e proposto da a.ArtistiAssociati al Nuovo Teatro Comunale di Gradisca d’Isonzo, con il sostegno della Fondazione Cassa di Risparmio di Gorizia e la collaborazione del Comune di Gradisca d’Isonzo, ha concluso un lavoro impegnativo di una settimana nel migliore dei modi, riscuotendo il consenso del pubblico. Un’esperienza intensa e molto interessante mirata all’allenamento e alla comprensione dello strumento voce con un docente d’eccezione come Davide Calabrese co-fondatore, autore e membro della compagnia “Oblivion”.

Attraverso la conoscenza della fisiologia si è mirato a un controllo cosciente del lavoro muscolare connesso all’emissione sonora, sviluppando così una vera padronanza e sicurezza nell’espressione delle qualità vocali. Problemi di emissione, intonazione, di colore, abbassamenti di voce, possono essere isolati e corretti grazie a semplici manovre ed esercizi. Si è parlato quindi di voce parlata (quotidiana), di quella recitata e infine di voce utile nel Musical Theatre e nell’Opera analizzando anche le differenze e le difficoltà insite in ogni modalità, attraverso lo studio di brani tratti dal repertorio Musical Theatre.

Il programma ha compreso anche un’introduzione ad alcune discipline di teatro fisico (Stage Combat, Mimo, Clownerie, Pantomima, Scherma drammatica) ben visibile nella performance.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!