Percorso di consapevolezza

14 Aprile 2014

TRIESTE. In un mondo dove è difficile ascoltare il dolore, l’indecisione, la paura e il dubbio che spesso ci attanagliano, “Viandando” è un percorso di cammino di gruppo immersi nella natura in cui ricontattare la propria intimità ed energia individuale. Organizzato da Aspic Fvg, la settimana a contatto con la natura è fissata dal 22 al 28 giugno con partenza da Assisi, per un numero massimo di 15 partecipanti. Mercoledì 16 aprile, la presentazione del cammino a Trieste alle 20.30 all’associazione Intesa in via della Tesa, 20.

L’obiettivo di Viandando è un percorso di consapevolezza: si parte da un disagio, da una paura, un abbandono per ripartire, ritrovando se stessi e la gioia di vivere, ridando un senso alla propria vita. Il cammino di gruppo ripercorre alcune tappe della via Francigena di San Francesco in Italia, da Assisi al Lago di Piediluco (Terni). La natura e i paesaggi della collina umbra fanno da sfondo a un percorso interiore di crescita e consapevolezza, in cui si è naturalmente portati a riflettere su aspetti che hanno a che fare con il “centro” di ognuno di noi, ma anche per condividere in gruppo l’esperienza. Assisi, l’Eremo delle Carceri, Spoleto, il Bosco Sacro di Monteluco, la Cascata delle Marmore e il Lago di Piediluco sono solo alcuni richiami a un cammino che riserva sorprese ad ogni passo. I costi, anche in considerazione dell’utilizzo di strutture cosiddette “povere” (monasteri, conventi, ostelli, piccole pensioni), sono davvero minimi per una settimana di vacanza indimenticabile in alcuni dei luoghi più belli e suggestivi degli Appennini umbri.

Per maggiori informazioni: segreteria ASPIC FVG, aperta con orario 9/13 da lunedì a venerdì, telefono 0432.547168 oppure via mail info@aspicfvg.it.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!