Partito il Punto Verde della Scuola materna Jop

22 Giugno 2020

CASARSA. Le famiglie non vengono lasciate sole: alla scuola materna Monsignor Giacomo Jop di San Giovanni di Casarsa è stato organizzato l’unico Punto Verde per bambini nella fascia d’età dai 3 ai 6 anni sul territorio comunale. In accordo con le linee guida nazionali e le disposizioni regionali in materia di contenimento della diffusione del Covid-19, lunedì 22 giugno è partito il campus estivo all’insegna dell’educazione all’aperto. Sono 25 i bambini iscritti che saranno divisi in cinque gruppi. A ciascuno sarà dedicato un insegnante specifico, per tutto il percorso estivo.

“Cercheremo di valorizzare al massimo – fanno sapere le maestre della scuola materna sangiovannese – il potenziale del nostro ampio giardino con giochi e attività all’aria aperta e punteremo sul sostegno della socializzazione tra pari”. Un tipo di attività che prosegue il progetto educativo avviato da alcuni anni nell’istituto sangiovannese dove si punta all’insegnamento del rispetto per la terra e della scoperta della natura attraverso tutti i sensi. “Grazie all’impegno e alla dedizione delle maestre e di tutto il consiglio direttivo – fanno sapere dalla scuola – siamo riusciti a dare una risposta ai genitori per il periodo estivo garantendo le attività per sei settimane: il Punto Verde terminerà il 31 luglio. Inoltre – aggiungono – siamo riusciti anche ad accogliere le richieste specifiche dei genitori lavoratori che avevano necessità di portare i bambini a scuola alla mattina presto. Una risposta importante per chi ha figli in età prescolastica”.

Al Punto Verde della scuola materna Jop i bambini potranno arrivare già alla mattina alle 7.30 e si potranno fermare fino alle 17. Gli ingressi e le uscite saranno scaglionati e ogni mattina all’ingresso verrà misurata la temperatura corporea. “Abbiamo suddiviso il giardino in aree – spiegano le maestre – così ciascun gruppo di bambini potrà utilizzare ampi spazi in tutta sicurezza, garantendo loro libertà di movimento. Se possibile, cercheremo anche di mangiare all’aperto, un’esperienza che sicuramente ai bambini piace molto. Ringraziamo inoltre i volontari – hanno concluso le maestre – che anche quest’anno hanno scelto di accompagnarci in questo percorso con i nostri bambini: sono per noi un aiuto prezioso e importante”.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!