Palmanova: nuovo norme occupazione suolo pubblico

10 Gennaio 2018

PALMANOVA. “Abbiamo deciso di mettere mano al vecchio Regolamento Comunale per l’occupazione del suolo pubblico, ormai datato (anno 2000). Risultava ormai superato e con alcuni vuoti regolamentari. I nuovi articoli contengono regole chiare per dare maggiore ordine agli allestimenti su Piazza Grande e sui Borghi. Una piazza spesso caotica, dove sedie e tavolini vengono messi ovunque, a volte senza rispettare le metrature concesse”. Così Thomas Trino, assessore alle Attività Produttive, sulle novità approvate dal Comune di Palmanova e che coinvolgeranno le attività commerciali del centro storico. Il nuovo strumento regolamentare è stato aggiornato rispetto ai contenuti dell’accordo del 2014 fra il Ministero dei Beni, Attività Culturali e Turismo e la nostra Regione per le occupazioni del suolo pubblico mediante dehors e altre installazioni a carattere provvisorio.

Aggiunge il Sindaco Francesco Martines: “Il vecchio regolamento risultava ormai superato anche dopo la riqualificazione della pavimentazione e dell’arredo urbano nel primo tratto dei Borghi. Non solo i pubblici esercenti, ma tutte le attività commerciali potranno chiedere l’occupazione del suolo pubblico. Finalmente un unico regolamento per tutti che definisca regole chiare e da rispettare. Palmanova patrimonio UNESCO è un bene prezioso, da tutelare, salvaguardare e valorizzare. Tutti devono impegnarsi per renderla più gradevole, ordinata e accogliente”.

Le novità principali riguardano l’aumento della superficie massima concedibile. In Piazza Grande questa passa da 80 mq a 100 mq, mentre nei Borghi e nelle altre vie del centro storico le concessioni non potranno eccedere i 50 mq. Le occupazioni del suolo pubblico non potranno eccedere, in larghezza, la linea immaginaria delimitata dai lampioni della pubblica illuminazione installati lungo il perimetro di Piazza Grande. Nei prossimi giorni verrà distribuita una lettera a tutti i commercianti per spiegare le novità del regolamento e le procedure da seguire per l’adeguamento.

Il regolamento contiene anche specifiche sugli elementi di arredo dei pubblici esercizi. Tavolini e sedie dovranno essere realizzati in materiale naturale come legno e vimini (o similvimini) o in metallo plastificato. Il tessuto di copertura degli ombrelloni dovrà essere in tinta unita (bianco, avorio o amaranto). Non è ammessa la stampa di scritte, simboli e pubblicità ad esclusione di quelli inerenti la denominazione o il logo dell’attività. È ammesso invece l’utilizzo del logo della Città di Palmanova. È consentita la delimitazione dei dehors esclusivamente con fioriere o balaustre in metallo, legno o altro materiale di pregio. È stato inoltre inserito un articolo che prevede il consenso scritto da parte del titolare delle attività produttive limitrofe, oltre al consenso del proprietario dell’immobile qualora si intenda aumentare il fronte dell’occupazione rispetto all’ampiezza dell’esercizio o delle attività economiche.

Per quanto riguarda le concessioni già rilasciate, si stabilisce che le stesse debbano essere conformate alle nuove disposizioni (in particolare per quanto riguarda le superfici massime e gli ingombri) entro 60 giorni dalla data di approvazione del regolamento, individuando, se necessario, una nuova distribuzione della superficie concessa. Per quanto riguarda invece gli arredi, gli stessi dovranno essere adeguati alle nuove disposizioni entro 180 giorni dalla data di approvazione del Regolamento (21 dicembre 2017).

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!