Palmanova: il Comune lavora al Piano Famiglia/Economia

15 Maggio 2020

PALMANOVA. Abbattimento della tassa rifiuti e sull’occupazione del suolo pubblico, ampliamento della superficie occupabile per bar e ristoranti, sgravi sull’affitto degli immobili comunali, ma anche attivazione dei centri estivi, contributi per le bollette e buoni spesa: queste le ricette proposte dal Comune di Palmanova nel maxi piano di rilancio dedicato a famiglie e attività economiche cittadine. Un totale di 170.000 euro che va a sommarsi a tutti i contributi che arriveranno da Stato e Regione Fvg.

“Abbiamo trovato le risorse grazie a risparmi su diverse voci di bilancio, dalla cultura al turismo fino a vari servizi amministrativi. La priorità ora è ripartire e superare questo fase economica. Dobbiamo sostenere le famiglie che non ce la fanno e rilanciare il commercio cittadino. Per questo abbiamo messo in campo da subito tutta una serie di iniziative economiche che possano dare ossigeno ai cittadini e permettere al processo economico di tornare a regime”, commenta il Sindaco Francesco Martines.

Il documento finale, uscito dalla riunione dei capigruppo e sostenuto sia dalla maggioranza che dall’opposizione consiliare, prevede infatti che vengano destinati 50.000 euro alla famiglie e 120.000 euro alle attività economiche. I primi verranno impiegati per l’organizzazione dei centri estivi a supporto dei genitori lavoratori e per l’abbattimento delle bollette per i meno abbienti, sul modello del già avviato “Bando Gas” comunale.

Il fondo destinato alle imprese invece verrà ripartito tra la diminuzione della Tosap (rifiuti) per 70.000 euro, della Cosap (occupazione suolo pubblico) per 40.000 euro e degli affitti su immobili di proprietà comunale per 10.000 euro. Anche la stessa Regione Fvg sta avviando il rilascio di fondi per l’abbattimento delle stesse Tasi e Cosap, per altri 45.000 euro totali, a valere sul territorio comunale di Palmanova.

“Stiamo lavorando per incrementare queste cifre e per proporre nuove e diverse forme di aiuto, utilizzando l’avanzo libero del bilancio consuntivo che verrà approvato quanto prima dal Comune. Siamo già in trattative con associazioni e parrocchia per l’organizzazione dei centri estivi e stiamo valutando come e dove concedere nuovo suolo pubblico gratuito per gli esercizi commerciali che ne abbiano bisogno, tenendo conto anche delle conseguenti ripercussioni sulla viabilità. I Buoni Spesa saranno rifinanziati con fondi statali e, se necessario, comunali. Assieme ai membri dell’opposizione valuteremo costi, interesse e fattibilità di una piattaforma di e-commerce dedicata alle attività commerciali cittadine”, conclude il Sindaco.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!