Paladina dello sport

2 Agosto 2013

GRADISCA. “La provincia di Gorizia si attesta da anni ai primi posti in Italia per la pratica sportiva da parte di bambini e ragazzi, un dato di merito di associazioni, federazioni e volontariato col quale ho collaborato con passione per alcuni anni grazie all’opportunità concessami di reggere le sorti dell’assessorato provinciale allo sport di Gorizia”: sono le parole di Sara Vito, oggi assessore regionale all’ambiente, nel ricevere alla Formteam di Gradisca d’Isonzo da Comitato Friul Tomorrow 2018, associazione Euretica, Aido, Club Unesco e Unione consumatori, una benemerenza proprio “per quanto svolto con etica e lealtà quale assessore provinciale allo sport di Gorizia con specifico riguardo alle positive azioni poste in essere a favore dei giovani, dei disabili e delle persone con maggiori difficoltà”.

Nel ricevere il riconoscimento dalla mani del “mister” Attilio Tesser, indimenticabile terzino sinistro dell’Udinese di Zico ed Edinho, Sara Vito, rivolgendosi a Daniele Damele, che ha curato l’evento, si è detta “commossa e molto grata per l’attenzione riservatale” garantendo che “anche in Regione desidero portare avanti delle battaglie a favore di chi ha più bisogno e di chi si spende generosamente per gli altri”. Damele e Monica Moranduzzo hanno, infine, consegnato tre quadri del pittore pordenonese di adozione, Salvatore Angelo Spissu (suocero dell’imprenditrice goriziana Danila Ciotta, che donò gli organi), alla stessa Vito, a Tesser e ai soci di Formteam, Andrea Beltrami e Riccardo Romanzin, che hanno ospitato l’iniziativa. “Si tratta di opere – ha detto Damele – che Spissu ha ceduto ad Aido, associazione italiana per la donazione di organi, tessuti e cellule, e Friul Tomorrow proprio in memoria di Ciotta per momenti come questi”.

All’evento erano presenti, tra gli altri, anche il sindaco di Gradisca, Franco Tommasini, dirigente nazionale e provinciale del Coni, Dario Andrian e Mauro Amoruso (per Friul Tomorrow), Renata Capria D’Aronco e Giuliana Sgobino (per Club Unesco), Gianfranco Di Bert, Franco Tominovi e altre personalità.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!