Osoppo cresce col teatro

28 Gennaio 2013

OSOPPO. E’ stato inaugurato il nuovo centro multiculturale “La Corte di Osoppo” dalla Compagnia Anà-Thema Teatro assieme alla cittadinanza di Osoppo, alle massime autorità politiche della nostra regione e a una madrina d’eccezione, l’attrice Simona Marchini. Dopo la benedizione rivolta alla Corte e “a chi dovrà gestirla” di Don Gianni, il tenace parroco del paese che dal 1999 ha lottato per far aprire il centro d’aggregazione, è avvenuto il taglio del nastro da parte di Simona Marchini, madrina della serata in presenza di tutte le autorità. Il Presidente della Regione Renzo Tondo, l’assessore alla cultura provinciale Elena Lizzi, gli assessori Adriano Piuzzi e Roberto Molinaro, i consiglieri regionali Franco Baritussio, Giorgio Baiutti, Luigi Cacitti, il sindaco di Osoppo Luigino Bottoni e tutta l’amministrazione comunale. Centinaia di persone hanno assistito al battesimo del nuovo polo culturale internazionale di Osoppo e centinaia di persone hanno partecipato alla commozione del momento.

A partire dal primo intervento del direttore della compagnia di Anà-thema Teatro, Luca Ferri, che pronuncia un discorso di speranza per questa impresa: “Creare aggregazione tra le persone facendo il teatro di una volta è la funzione primaria di questa nobile arte… Un teatro non è la casa dei registi o degli attori, non è la casa della politica o del potere, ma è la casa della cultura, ed il nostro compito sarà preservarla e diffonderla”. Lo appoggia la sensibilità dell’intervento dell’attrice Simona Marchini amica della compagnia, la quale con passione, incoraggia i genitori della comunità a spingere i propri figli ad amare il teatro. L’attrice conclude: “Solo così si può cambiare veramente, facendo cultura dal basso, perchè la cultura è modo di vivere”. Il sindaco Bottoni ringrazia tutti coloro che, a partire dal 1999, hanno creduto in questo progetto ed esprime la sua soddisfazione nel consegnare il centro culturale alla nuova compagnia d’arte che dimostra di avere le caratteristiche giuste per farlo finalmente sbocciare.

Molto sentite anche le parole dell’assessore Lizzi che ricorda la sua emozione personale nel far partire un progetto e si complimenta con Luca Ferri e il suo team per la determinazione e la passione dimostrata. Si concentra sulle priorità, sulla tipologia di messaggi da inviare al pubblico il Presidente della Regione Tondo. Le priorità da individuare nel sistema e nella cultura perchè “le strutture ci sono, abbiamo sufficienti luoghi, ora dobbiamo riempirli!… E con l’apertura di un teatro, in un momento in cui la finanziaria regionale soffre del 20% di risorse in meno, il messaggio che arriva alla popolazione di Osoppo e a quella regionale è forte: il Friuli coglie quest’opportunità, reagisce, si rimbocca le maniche e adotta strategie vincenti!” Molto sentita anche la partecipazione del folto pubblico allo spettacolo Titanic che conclude i festeggiamenti tra lunghi applausi e volti commossi.

I primi appuntamenti alla corte saranno Mercoledì 30 gennaio ore 20.30 con “Salmodia della speranza” a cura di Mario Brandolin e il 01 febbraio 2013 ore 20.30 con lo spettacolo “Il meglio del Cabaret Furlan” con i Trigeminus.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!