Nuovo successo del Sontium

8 Novembre 2020

Da destra, Enzo Lorenzon con i figli Nicola e Davide

SAN CANZIAN D’ISONZO. Sontium 2017 continua a riscuotere il favore della critica e incassa un nuovo e prestigioso riconoscimento. Recentemente Luca Gardini, conosciuto come il Wine Killer, già detentore del titolo di Miglior Sommelier del Mondo 2010, oggi talentuoso wine expert e influente palato italiano a livello internazionale, ha premiato nel suo Gardini Notes, con 94 punti su 100, Sontium 2017, etichetta di punta e orgoglio della cantina Lorenzon. Sontium è un vino figlio di un Friuli di confine: protetto dal Carso, cullato dal fiume Isonzo e aperto al mondo. E Sontium, infatti, è interazione e scambio. Una cuvée in grado di esprimere e sintetizzare il meglio delle uve di Pinot Bianco, Friulano, Malvasia e Traminer Aromatico.

Hanno ottenuto buoni risultati anche il Sauvignon Blanc e la Ribolla Gialla 2019 (tra i 100 migliori vini d’Italia secondo Il Corriere della Sera) con 93 punti su 100, il Friulano 2019 e il Cabernet Franc 2018 con 92 punti su 100. Prodotti che si distinguono per piacevolezza di beva e complessità, insieme ad un buon rapporto qualità-prezzo.

Infine una novità. Sontium e le altre etichette del brand I Feudi di Romans, divise in linea classica, spumanti e linea speciale, sono disponibili anche nel nuovo wine shop online: https://www.shopifeudidiromans.it/it/. Finalmente, con un semplice click, i clienti possono ricevere direttamente a casa i vini della cantina isontina. L’azienda si trova nel comune di San Canzian d’Isonzo, nel cuore della Doc Friuli Isonzo. La cantina, a conduzione familiare, è stata fondata nel 1974 ed è gestita da Enzo Lorenzon, insieme ai figli Davide, enologo e responsabile di produzione, e Nicola, direttore commerciale e marketing. L’azienda distribuisce ogni anno 520 mila bottiglie in Italia e nei più importanti Paesi esteri.

Condividi questo articolo!