Nuovi sostenitori dell’Aido

31 Marzo 2014

UDINE. Il coach di APU GSA, Luca Corpaci, e l’indimenticabile mister dell’Udinese anni ’80, quella di Zico, Edinho, Tesser, Causio e molti altri, Enzo Ferrari, hanno detto sì all’AIDO, associazione italiana per la donazione di organi, tessuti e cellule, ovvero alla donazione di organi divenendo testimonial dell’AIDO di Udine. L’adesione è giunta nel corso del primo APERITIV-AIDO promosso all’Eat & Wine del capoluogo friulano.

APERITIV-AIDO1Molti i presenti all’iniziativa promossa da AIDO in cooperazione con Friul Tomorrow 2018, Club Unesco, Euretica e Unione nazionale consumatori di Udine: l’assessore comunale Simona Liguori, Davide Micalich (ad e gm di Apu Gsa), il dirigente accompagnatore della nazionale italiana di calcio under 16, Dante Cudicio, la signora Donatella Visintini, mamma del portiere dell’Udinese calcio, Simone Scuffet, la presidente del Club Unesco di Udine, Renata Capria D’Aronco con il suo vice vicario, Maurizio Calderari, le cestiste di A2 della Libertas Sporting club Delser Debora Vicenzotti e Sara De Biase, i dirigenti, assieme a varie giocatrici, della Basket school, Leonardo De Biase e Guido De Michielis, la preside dell’Educandato Uccellis, Maria Letizia Burtulo, e ancora Stanislao, sosia di Umberto Smaila, Andrian, Damele, Loszach, Rossi, Rupolo e Zufferli.

I promotori dell’evento hanno invitato tutti a effettuare donazioni per la ricerca scientifica contro i tumori (www.airc.it) e a iscriversi gratuitamente all’AIDO (www.aido.it) a favore della donazione di organi.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!