Nuove scosse a Zagabria La solidarietà Fvg si attiva

25 Febbraio 2021

GORIZIA. Ancora una scossa, un’altra, proprio ieri 24 febbraio, a meno di una settimana dalla precedente. Sempre nella stessa cittadina di Petrinja, vicino Zagabria in Croazia, già martoriata dal forte terremoto di fine dicembre quando il sisma provocò la morte di sette persone e causò ingenti danni con quasi 4 mila sfollati. È proprio a quelle persone che il terremoto ha portato vita tutto, compresi i sacrifici di una vita e le speranze. Per dare un aiuto concreto agli sfollati di Petrinja, la Croce verde goriziana, insieme con Ceccarelli Group di Udine e molte altre realtà come l’Agesci di Cormons, Time for Africa di Udine, la parrocchia Madonna della Misericordia di Campagnuzza a Gorizia e la Comunità degli italiani a Zara, hanno deciso di mobilitarsi con una raccolta di materiali da portare direttamente nelle zone colpite dal sisma.

“La Croce verde goriziana – spiega Andrea Duca, uno dei responsabili – si è sempre occupata di emergenze e dopo il grave terremoto che ha colpito la Croazia, abbiamo pensato a come poter dare concretamente una mano alle popolazioni colpite. Così – prosegue –, tramite l’associazione degli italiani a Zara, abbiamo cercato di capire, passata la primissima emergenza, quali fossero ora le esigenze delle persone. Il freddo, in particolare, non aiuta e abbiamo stilato un elenco di beni che possono essere raccolti e che, grazie alla generosità di Ceccarelli, riusciremo a portare direttamente nel polo logistico di Zara”.

I primi oggetti raccolti

Al momento, perché le esigenze possono cambiare di settimana in settimana, c’è bisogno di tende, stufe elettriche, stivali per il freddo, materassi gonfiabili, torce elettriche e batterie per alimentarle, impermeabili e pentolame. Due i punti di raccolta, uno a Gorizia grazie a don Fulvio Marcioni della parrocchia Madonna della Misericordia in via Pola 20 nel quartiere Campagnuzza, e un altro a Udine, in via Romeo Battistig 48, che verrà coordinato dalla onlus Time for Africa. Una volta raccolti grazie alla generosità delle persone, i beni verranno caricati su un camion di Ceccarelli Group e portati nel centro ricezione di aiuti umanitari vicino Zara.

“Un terremoto, e la gente friulana lo sa meglio di altri – spiega il presidente del gruppo, Luca Ceccarelli –, lascia un segno indelebile che solo il tempo e la solidarietà riescono a sopire se non a cancellare. Per questo, proprio come azienda friulana radicata sul territorio, abbiamo deciso di fare la nostra parte per aiutare i terremotati in Croazia”.
Tutte le operazioni, le notizie e il percorso che faranno i materiali raccolti, sono consultabili sulla pagina Facebook della Croce Verde goriziana. “Chiediamo alle persone – precisa ancora Duca, ringraziando fin d’ora quanti vorranno contribuire a questa raccolta umanitaria – di portarci solo i beni richiesti, perché è di quelli che c’è attualmente bisogno. Dovessero cambiare, inseriremo gli aggiornamenti immediatamente sulla nostra pagina Facebook”.

Condividi questo articolo!