Norma su esposti all’amianto nella Legge di Stabilità

20 Dicembre 2020

ROMA. “E’ stato mantenuto l’impegno preso con gli esposti all’amianto. L’ingresso nella legge di stabilità dell’emendamento che stabilizza il contributo ai malati di mesotelioma non professionale è un riconoscimento alle lotte di tante persone, associazioni e organizzazioni sindacali che da anni rivendicano un giusto sostegno, con tenacia e dignità”. Così la presidente della commissione Lavoro della Camera Debora Serracchiani, rendendo noto l’accoglimento nella legge di Stabilità dell’emendamento da lei promosso recante “Disposizioni in favore dei lavoratori esposti all’amianto”.

La norma, che reca la firma del capogruppo dem Graziano Delrio e di tutti i capigruppo di maggioranza in commissione Bilancio, prevede che, ai soggetti già titolari di rendita contratta per patologia asbesto correlata, sia assegnata una prestazione aggiuntiva nella misura percentuale del 15% della rendita in godimento. Verrà inoltre erogata, ai malati di mesotelioma che abbiano contratto la patologia o per esposizione familiare a lavoratori impegnati nella lavorazione dell’amianto ovvero per esposizione ambientale, una prestazione di importo fisso pari ad euro 10 mila da corrispondere in un’unica soluzione su istanza dell’interessato o degli eredi in caso di decesso.

“L’obiettivo è stato raggiunto – spiega Serracchiani – anche grazie al convergere di tutta la maggioranza verso questa soluzione, che rende stabile l’intervento puntuale che abbiamo inserito all’inizio dell’anno nel decreto Milleproroghe. Le malattie asbesto-correlate sono un problema sociale cui bisogna dare risposte strutturali, capaci di seguire l’evoluzione di un fenomeno che purtroppo – conclude – sappiamo toccherà una grande platea di cittadini”.

Condividi questo articolo!