Noleggio con conducente: a rischio più di 100 imprese

20 Febbraio 2014

TRIESTE. Sono oltre 100 le imprese che rischiano di saltare in Fvg per la cancellazione di una deroga contenuta nel “milleproroghe 2014” che minaccia la sopravvivenza della categoria degli autonoleggiatori con conducente. “Le nostre aziende rischiano la scomparsa – spiegano i rappresentanti regionali di Confartigianato Imprese, Fita Cna, A.N.I.Tra.V. – se entreranno in vigore delle norme vessatorie che fin dal momento della loro promulgazione, nel 2009, sono state sospese in attesa di riformare complessivamente la legge nazionale che regolamenta il trasporto di persone mediante servizi pubblici automobilistici non di linea”.

Le questioni maggiormente contestate nel provvedimento sono molteplici. Ad esempio, quelle relative ai vincoli territoriali per lo svolgimento del servizio, già fortemente criticati, in più occasioni, dall’autorità Antitrust per la loro portata anticoncorrenziale ed all’introduzione del foglio di servizio, un’inutile complicazione burocratica che non aiuta certamente a colpire il vero abusivismo. A livello nazionale sono a rischio 80.000 imprese e 200.000 lavoratori. Le associazioni che rappresentano la categoria si stanno organizzando per attuare manifestazioni in tutta Italia se non verrà concessa una proroga all’entrata in vigore di queste norme fino al 31.12.2014.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!