Nel Piano vaccini si dia priorità anche ai caregiver

4 Dicembre 2020

BRUXELLES. ”Priorità anche ai Caregiver familiari nella vaccinazione Covid-19 al pari di anziani e operatori sanitari e maggior riconoscimento del loro ruolo, ancora più centrale in questa fase nel sostenere e accudire tantissime persone con disabilità e non autosufficienti”. Con queste parole Brando Benifei, Elisabetta Gualmini e Pierfrancesco Majorino, eurodeputati del Partito Democratico e membri della commissione Lavoro e politiche sociali del Parlamento Europeo, sostengono la richiesta di inserire i Caregiver familiari nel piano vaccini presentato mercoledì dal ministro alla sanità Roberto Speranza.

”Il ruolo dei 2 milioni di Caregiver in Italia è meno visibile ma altrettanto importante di quello degli operatori del settore sanitario – continuano gli eurodeputati -. Sappiamo che l’assenza di servizi professionali a domicilio causata dalle misure di limitazione del virus ha avuto un forte impatto sulla vita di chi già assisteva tutti i giorni i propri familiari. Oggi molti Caregiver faticano a reggere il carico di cura, con conseguenze enormi sul lavoro e sulla salute. Sosteniamo quindi – concludono Benifei Gualmini e Majorino – l’iniziativa di Eurocarers, il network europeo dei Caregiver, e chiediamo al governo italiano di inserire nel piano vaccinale, come ha fatto il governo Scozzese, i Caregiver familiari tra i destinatari prioritari della somministrazione”.

L’appello in Italia è stato promosso dal Carer, l’associazione dei Caregiver dell’Emilia-Romagna, che ha scritto nei giorni scorsi una lettera aperta al governo nazionale e alle regioni. ”Abbiamo bisogno di dare un segnale di riconoscimento del ruolo dei Caregiver a livello nazionale – ha aggiunto Elisabetta Gualmini – seguendo l’esempio della Regione Emilia-Romagna, prima regione italiana a riconoscerne il ruolo e da anni ormai sensibile alla richiesta di misure adeguate di sostegno”.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!