Natale a Villach. Sorprese e novità dalla Carinzia

23 Novembre 2011

E’ iniziato in questi giorni e andrà avanti fino al 24 dicembre, il Mercatino natalizio dell’Avvento in quella che molti considerano la gemella italiana di Udine.

Stiamo parlando di Villach, nel cuore della Carinzia, che in vista del Natale ha in serbo numerose novità, per un pubblico che, proveniente da tutte le frontiere, intenderà trascorrervi un weekend o più giorni nel periodo delle vacanze invernali.

Furio Honsell e Helmut Manzenreiter

Nell’incontro tenutosi recentemente a Palazzo d’Aronco, sede del Comune di Udine, il sindaco Furio Honsell e l’assessore alla Cultura Luigi Reitani hanno accolto Helmut Manzenreiter, sindaco di Villach, Richard Oswald, direttore dello Shopping Center ATRIO, Thomas Michor, direttore dell’Azienda per il Turismo della Regione di Villach, e Doris Pehr, rappresentante delle Terme della Carinzia Warmbad-Villach, per illustrare agli affezionati amici friulani che cosa, tra benessere, sport, natura e tradizioni radicate, offra quest’anno il Natale oltre confine.

“La nostra città – ha spiegato il sindaco di Villach -, a pochi chilometri dal confine italiano di Tarvisio, è la meta ideale per le vacanze invernali. È davvero imperdibile quest’anno una passeggiata nel centro storico tra le numerose bancarelle dei mercatini di Natale, per i quali abbiamo investito 700 mila euro. Fino al 24 dicembre – ha proseguito – abbiamo un intenso programma di attività culturali e ricreative all’insegna della tradizione e del gusto, e vi attende una vera festa di luci”.

A proposito di qualità della vita e di benessere, il sindaco di Villach ha segnalato il grande investimento per le nuove Terme della Carinzia a Warmbad-Villach, che saranno inaugurate nel 2012, insieme al nuovo hotel a 4 stelle Karawankenhof a esse collegato, mentre è previsto un nuovo collegamento ferroviario tra Udine e Villach.

“Attraverso il gemellaggio tra Udine e Villach – ha detto l’assessore alla Cultura di Udine Luigi Reitani – diamo impulso a importanti progetti transnazionali. La vicinanza tra le nostre due città è un’opportunità unica – ha continuato – per poter contare su una rete di relazioni molto significative per gli scambi in vista dello sviluppo culturale ed economico del Friuli e della Carinzia”.

Il sindaco di Udine Honsell ha espresso l’auspicio che “attraverso questa vicinanza tra le amministrazioni di Udine e di Villach cresca anche la vicinanza tra i cittadini del Friuli e della Carinzia. Invece di restare chiusi nei campanilismi – ha aggiunto – abbiamo scoperto che collaborare significa costruire insieme la vera Europa. Un’Europa delle città che trova anche nei simboli e nei valori del Natale un’ulteriore vicinanza e identità”.

da sinistra, Thomas Michor, Richard Oswald, Helmut Manzenreiter (sindaco di Villach), Furio Honsell (sindaco di Udine), Luigi Reitani e Doris Pehr

Dalle atmosfere natalizie in città alle tante proposte per la stagione sciistica, dalle Terme allo shopping da ATRIO – il centro commerciale più grande della Carinzia, con 80 negozi e 2.000 posti auto -, la regione di Villach dunque fa sistema per promuoversi in Italia, con un occhio di riguardo per il Friuli Venezia Giulia, nell’ottica di un’accoglienza e di uno stile “senza confini”. Uno stile che è proprio la filosofia di fondo di ATRIO, il centro commerciale più innovativo del mondo (Premio internazionale, 2009). “Anche nel nostro shopping centre – ha spiegato il direttore Richard Oswald – vive la magia del Natale carinziano, in un gioco di rimandi con la città e con tutta la regione intorno”. Soffermandosi su alcuni dati, Oswald ha evidenziato che gli italiani (tra cui moltissimi dal Friuli Venezia Giulia) rappresentano una quota del 7% degli arrivi giornalieri. “La loro presenza aumenta, specie il lunedì e nei giorni in cui cadono le festività in Italia – ha aggiunto -, fino a toccare la quota record del 35% di visitatori italiani in un solo giorno”.

Soddisfatto del gioco di squadra tra i diversi soggetti in Carinzia si dice anche Thomas Michor, direttore dell’Azienda per il Turismo della zona di Villach. “È molto positivo lo sviluppo di questa cooperazione negli ultimi anni – ha affermato – e sono molto soddisfatto dei risultati incoraggianti ottenuti anche nel mercato italiano. Nella regione di Villach, che è il cuore del turismo in Carinzia – ha aggiunto -, i pernottamenti di visitatori italiani, per la maggior parte dal Nord Italia, sono stati 175.000 in un anno. A oggi, il mercato italiano è per noi il quarto, dopo Austria, Germania e Olanda”.

Sito municipalità di Villach

Condividi questo articolo!