Minoranza slovena: si rivede la formazione dei Collegi

11 Dicembre 2020

TRIESTE. “La preoccupazione che avevo espresso sulla rappresentanza della minoranza slovena è stata accolta dal presidente della commissione Affari costituzionali del Senato Dario Parrini e dalla maggioranza. Nella determinazione dei collegi uninominali della Camera in Friuli Venezia Giulia, è stato chiesto al Governo di valutare soluzioni alternative rispetto a quella individuata, in modo da permettere un migliore accesso alla rappresentanza dei cittadini espressione della minoranza linguistica slovena, ai sensi dell’articolo 26 della legge n.38 del 2001”.

Lo rende noto la senatrice Tatjana Rojc, espressione della minoranza slovena, a proposito del parere della commissione Affari costituzionali del Senato sui collegi elettorali proposti dal decreto legislativo che riscrive i collegi elettorali della legge elettorale. La senatrice ricorda che aveva chiesto che “non fosse esclusa tutta la parte del territorio della ex provincia di Udine, dove è determinata la presenza slovena in una parte dei 32 comuni bilingui inclusi nell’elenco della Legge di tutela della minoranza”.

Condividi questo articolo!