Messa a Udine per ricordare i defunti giuliano dalmati

1 Novembre 2018

UDINE. Il 3 novembre una messa sarà celebrata – alle 10,30 – nella Chiesa del Cimitero di Udine. L’evento, organizzato dal Comitato Provinciale di Udine dell’Associazione Nazionale Venezia Giulia Dalmazia (ANVGD), presieduto da Bruna Zuccolin, è per ricordare i defunti giuliano dalmati. Come avvenuto l’anno scorso, il celebrante sarà don Tarcisio Bordignon, un sacerdote vicino agli esuli d’Istria, Fiume e Dalmazia, integrati nella parrocchia di San Pio X, dove esisteva il Centro smistamento profughi fino al 1960. Da via Pradamano transitarono oltre cento mila esuli in fuga dalle violenze titine.

Nella cerimonia religiosa di sabato si intende ricordare tutti i defunti esuli d’Istria, Fiume e Dalmazia, con particolare riferimento ai sette caduti della fossa comune di Castua, eliminati nel 1945, presso Fiume e alle oltre mille vittime della foiba dell’Isola di Zuri, presso Sebenico, uccisi nel 1943. I resti umani di queste foibe sono stati scoperti ed esumati dalle autorità croate nel 2018. Sarà rimembrata anche l’uccisione nella foiba di Villa Surani di Norma Cossetto, commemorando il 75° anniversario della morte della giovane studentessa, barbaramente uccisa il 5 ottobre 1943, dai partigiani titini.

Alla fine della messa ci sarà un corteo fino al Monumento ai caduti giuliano dalmati, all’ingresso principale del Cimitero, per la deposizione di una corona d’alloro e per la recita della preghiera dell’infoibato.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!