Mente e Contesto: convegno per la prima volta a Trieste

6 Luglio 2022

TRIESTE. Organizzata dall’Università di Trieste e dall’International Society for Gestalt Theory and its Applications, da giovedì 7 a domenica 10 luglio si terrà a Trieste, per la prima volta, la Gta Conference, che quest’anno giunge alla XXII edizione. Il convegno, a cadenza biennale (il precedente era stato ospitato a Varsavia), si configura come un momento di confronto scientifico sui temi della psicologia della Gestalt, con particolare riferimento alla fenomenologia della percezione.

Il tema di quest’anno è “Mind in Context – Context in Mind” in cui si affronterà – attraverso conferenze, workshop tematici, relazioni e lezioni magistrali – la complessa relazione tra mente e contesto nelle molteplici espressioni in cui si manifesta. Il focus sarà su percezione, attenzione, apprendimento, memoria, decisioni, ragionamento, personalità, motivazione, emozione, psicoterapia e comunicazione nelle diverse aree dell’esperienza e in campo biologico.

Tutte le informazioni su gtaconference2022.com

La cerimonia inaugurale si svolgerà giovedì 7 luglio dalle 16 al Museo Revoltella di Trieste, con la coorganizzazione del Comune di Trieste, mentre i lavori del Convegno si svolgeranno nel comprensorio centrale dell’Università di Trieste, Edificio H3. Venerdì 8 luglio (ore 18, Aula Magna Università di Trieste) il Convegno ospiterà anche la 30th Kanizsa Lecture che quest’anno sarà tenuta da Charles Spence, psicologo sperimentale e professore all’Università di Oxford. Spence è inoltre consulente di numerose multinazionali riguardo a vari aspetti del design multisensoriale e ha pubblicato più di 600 articoli scientifici su riviste internazionali, oltre ad aver ricevuto diversi premi per le sue ricerche.

La partecipazione alle giornate del 7 e 10 luglio è aperta a tutta la cittadinanza; il pubblico delle altre giornate è più specialistico, ma gli interventi restano comunque aperti a curiosi o appassionati. Possibilità di registrazione in loco.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!