Mdc: Controllo permanente dei prezzi al consumo

26 Settembre 2022

Il presidio sotto la prefettura

UDINE. Probabilmente sarà il primo Tavolo permanente di monitoraggio sui prezzi al consumo in Italia, creato dopo la manifestazione delle “Pentole vuote”. Il Prefetto di Udine, dott. Marchesiello, dopo aver ricevuto nei giorni scorsi la delegazione del Movimento Difesa del Cittadino Fvg in occasione del citato presidio – si legge in un comunicato di Mdc -, ”si era impegnato a trasmettere al Ministro del’Interno il documento unitario con le proposte delle AA.CC., condividendo l’importanza della consultazione preventiva delle Associazioni dei Consumatori e degli Utenti riconosciute, per l’assunzione di provvedimenti in materia di prezzi e politica energetica“.

L’inflazione e gli effetti della guerra perdurante si fanno sentire e tutto fa pensare che questa tendenza non si fermerà presto. Sulla scorta degli ultimi dati ricevuti dal Mise

(https://drive.google.com/drive/folders/117pM6SkydfVd5pUOVw8rGJQbMnrFQJT1?usp=sharinge)

e pubblicati da Il Sole 24 Ore, il Movimento ”ha proposto al Prefetto Marchesiello di selezionare un paniere di prodotti fondamentali di uso quotidiano (pane, pasta, olio, burro, formaggi, carni, latte, pomodori, frutta, benzina..) al fine di rendere più efficace possibile l’attività di controllo sull’andamento dei prezzi al consumo, nell’ottica di interagire con il Garante per la sorveglianza dei prezzi presso il Mise, per arginare i fenomeni speculativi“.

Il Presidente di Mdc Englaro ha anche rimarcato che il Movimento ”intende attuare un monitoraggio dei prezzi soprattutto della grande distribuzione Gdo per verificare-denunciare aumenti ingiustificati dei prezzi di generi di prima necessità, ben oltre il tasso di inflazione“. Frattanto, è stato contattato anche il Prof. Andrea Garlatti, Direttore Dipartimento Scienze economiche e statistiche dell’Università di Udine, al fine di stabilire un percorso per l’elaborazione statistica dei dati da raccogliere”.

In occasione dell’incontro del 28 alle 11, presenti le associazioni consumatori e di categoria, Englaro rimarcherà al Prefetto anche l’esigenza di monitorare le tante famiglie a rischio di usura e/o estorsione.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!