Matteo primo rugbista friulano in una gara ufficiale

15 Aprile 2017

REANA. “Solidarietà, integrazione e cultura socio solidale: la formazione inizia sui banchi di scuola”, questo il tema del convegno svoltosi nella sala consiliare di Reana del Rojale nel corso del quale Matteo, primo rugbista friulano con disabilità cognitive ad aver partecipato ad una gara ufficiale, si è raccontato a studenti e disabili nell’ambito della 7^ edizione “Solidarietà a Reana” organizzata dal Comitato Sport Cultura Solidarietà. Quindicenne di Udine, portacolori dell’Over Bug Line Rugby di Codroipo, Matteo ha raccontato del divertimento percepito ogni volta che scende in campo e della grande emozione vissuta lo scorso gennaio quando, grazie a una speciale autorizzazione da parte della federazione, ha esordito in una gara ufficiale Under 14 andando addirittura a meta con il supporto dei compagni e del pubblico sugli spalti.

Come ha ricordato Riccardo Sironi, allenatore dell’associazione codroipese, il rugby promuove il rispetto e il gioco di squadra, aspetti determinanti non solo nel momento in cui si imbraccia la palla ovale, ma anche nella vita quotidiana. Lo sport come veicolo d’integrazione, questo il filo conduttore del progetto promosso sul campo di Codroipo dove scendono in campo squadre miste, composte da atleti normodotati e disabili; l’obiettivo prossimo è di coinvolgere quest’ultimi nel campionato italiano Special Olympics di rugby del prossimo luglio.

Riconoscendo l’importante e simbolico traguardo tagliato da Matteo e l’impegno dell’Over Bug Line Rugby di Codroipo a favore dell’integrazione, il Comitato Sport Cultura Solidarietà ha voluto omaggiare l’associazione ed il suo portacolori con il premio “Melograno d’Argento per il Sociale” consegnato da Daniela Da Pozzo, rappresentante di Crédit Agricole Friuladria, partner e sostenitore delle iniziative promosse nel corso dell’anno dal Comitato presieduto da Giorgio Dannisi.

Attilia Marcolongo, vicesindaco di Reana, e Tiziana Cavedoni, dirigente dell’Istituto Comprensivo, hanno sottolineato l’importanza di promuovere la cultura socio-solidale anche attraverso queste iniziative, capaci di arricchire l’offerta formativa scolastica, strutturata al fine di far apprendere alle giovani generazioni i principi della condivisione e dell’inclusione sociale. Infatti, nell’ambito del convegno, gli studenti hanno illustrato i risultati di una sperimentazione ideata dal Prof. Antonio Tomé che li ha visti cimentarsi sulla carrozzina all’interno del contesto scolastico; amicizia, aiuto e solidarietà queste le parole chiave messe in luce dai ragazzi che hanno potuto comprendere concretamente quali siano alcune delle problematiche che le persone con disabilità debbono affrontare quotidianamente.

La manifestazione è patrocinata dal Comune di Reana del Rojale, dalla Provincia di Udine, dal Centro Servizi Volontariato regionale e Nuova Atletica dal Friuli. La sostengono anche: Crédit Agricole Friuladria, Immobiliare Friulana Nord, Moroso, Albergo Ristorante Belvedere, Amga Energia & Servizi, Arte Giardino, Da Vera, Enoteca Bocca di Dante, FAR, Flor Garden, Hotel al Collio, Quality Bicycle, Servizi Terzo Settore, SIFA e Trevisan Sanitaria.

Condividi questo articolo!