L’Open Innovation è la chiave per essere al passo coi tempi

28 Novembre 2018

Carlo Bagnoli

UDINE. Nel contesto produttivo attuale non solo nuovi prodotti, ma intere linee di prodotto vengono create o distrutte nel giro di pochi mesi. In un contesto in rapido cambiamento, caratterizzato da un aumento dei costi interni di ricerca e sviluppo e da una contemporanea riduzione rispetto al passato del ciclo di vita dei prodotti, è necessario ripensare il tradizionale processo di innovazione adottato dalle aziende. Esse devono considerare metodi e strategie alternativi, che le mettano nelle condizioni di giocare la propria partita in modo diverso. Uno degli approcci possibili è quello dell’Open Innovation, ovvero un approccio strategico e culturale in base alla quale le imprese, per creare più valore, scelgono di ricorrere anche a idee, soluzioni, strumenti e competenze provenienti dall’esterno. Il paradigma dell’Open Innovation, per favorire innovazioni di prodotto e di processo, è stato adottato ormai da imprese anche molto diversificate, che operano nel settore manifatturiero e in quello dei servizi, dal sociale alla logistica, dalla salute al digitale. Il confronto di esperienze e idee funziona, e la collaborazione aiuta a diventare più competitivi.

Ed è proprio orientato al confronto il workshop gratuito sull’innovazione strategica per le Pmi che l’acceleratore digitale Friuli Innovazione ha organizzato per il 30 novembre con Carlo Bagnoli, professore di Innovazione Strategica all’Università Ca’ Foscari di Venezia e tra i maggiori esperti in Italia: “Dal posizionamento strategico all’innovazione strategica. Il cambiamento necessario alla crescita delle imprese”. L’iniziativa, rivolta alle Pmi della regione, è infatti incentrata sul confronto tra i partecipanti in un’ottica di open strategy innovation. Verranno identificate possibili traiettorie di innovazione strategica per la crescita delle imprese del Friuli Venezia Giulia le quali, per competere su mercati in continua trasformazione, devono mettere in discussione le tradizionali strategie aziendali.

L’evento rappresenta la tappa finale di un percorso sull’innovazione dei modelli di business nato dalla collaborazione tra Friuli Innovazione e il prof. Bagnoli e organizzato grazie al progetto regionale Ois (Open Innovation System). “Abbiamo trovato realtà interessanti – dichiara Carlo Bagnoli – che hanno tutte le peculiarità per fare innovazione strategica e cambiare le regole del gioco del mercato di riferimento. Per far ciò, è fondamentale partire da una presa di coscienza del loro posizionamento strategico e dei percorsi di valore che caratterizzano il loro modello di business. Contiamo di averle aiutate in questo”.

Per iscrizioni scrivere a emanuela.testori@friulinnovazione.it

Condividi questo articolo!