Lo sport aiuta ad affrontare la vita: lo dice Fiona May

13 Maggio 2018

Da sinistra, Nutta, May e Clinori

UDINE. Sono stati circa duecento i partecipanti alla quarta edizione della Giornata dello Sport Integrato. Ancora un successo, dunque, per l’appuntamento che si è svolto al PalaFiditalia di Udine. La manifestazione, organizzata da Special Olympics Fvg in collaborazione con Csen Fvg – Centro Sportivo Educativo Nazionale – e Asu – Associazione sportiva Udinese –, ha avuto, come negli anni passati, un testimonial d’eccezione: Fiona May, l’ex lunghista, triplista e attrice britannica naturalizzata italiana detentrice del record italiano di salto in lungo, sia outdoor che indoor. A tutt’oggi l’atleta italiana che più volte è salita sul podio ai campionati del mondo di atletica leggera ha ricordato come “lo sport è per tutti, non ha importanza da dove vieni, il colore della pelle o il grado di abilità” perché molte volte e come in questa occasione “l’importante è avere la possibilità di partecipare” perché “lo sport ci aiuta ad affrontare la vita a 360 gradi. Lo sport è per tutti”. Nell’occasione della Giornata dello Sport Integrato l’ex atleta è stata anche premiata dal Panathlon Club di Udine per i suoi moltissimi meriti sportivi.

A misurarsi con esibizioni, attività pratiche e competizioni, c’erano 120 special olympics, ragazzi con disabilità intellettiva e fisica che per l’intero pomeriggio hanno provato numerose attività: karate, aikido, tai ji, tiro a segno, ginnastica artistica e ritmica, ballo, scherma, ginnastica ritmica. Con loro, oltre ai molti insegnanti e volontari, anche numerosi altri atleti normodotati. “La partecipazione è stata superiore agli anni passati – ha spiegato Giuliano Clinori, direttore regionale di Special Olympics, nonché vice presidente Csen nazionale – tra i ragazzi di Special Olimpycs, gli studenti della scuola Garzoni-Montessori di Udine e i singoli atleti, possiamo dire di essere stati felicemente ‘invasi’. Come sempre è stata una giornata all’insegna di un clima allegro e positivo. Insomma, siamo sulla strada giusta, il messaggio è bello, forte e chiaro”.

Dello stesso avviso anche Alessandro Nutta, presidente di Asu: “Siamo davvero contenti degli esiti di questa giornata che per noi è molto importante. Il numero dei partecipanti è stato cospicuo, così come i momenti di attività dei ragazzi che come sempre si sono divertiti a provare le molte attività proposte”.

Una giornata davvero significativa (sponsorizzata da Maico Sordità, Itas Assicurazioni, Axpo, Fiditalia e Illiria) per Csen e Asu che da sempre ritengono lo sport un mezzo per favorire la crescita personale, l’autonomia e la piena integrazione delle persone con disabilità (hanno collaborato alla realizzazione della giornata anche Panathlon Club Udine, Unione Nazionale Veterani dello Sport, sezione ‘Dino Doni’ Udine, Unione Italiana Tiro a Segno comitato regionale Fvg, Comitato Italiano Paralimpico, Federazione Italiana Scherma).

Condividi questo articolo!