Leoncini: polemiche inutili sul velo della Serracchiani

11 Gennaio 2016
Enrico Leoncini

Enrico Leoncini

UDINE. «La presidente Serracchiani si trova in Iran per importanti relazioni e accordi economici. Non dimentichiamolo». A parlare è Enrico Leoncini, segretario del Pd di Udine. Lo fa a proposito della polemica apparsa sui media. «Come la stessa presidente ha giustamente ricordato – precisa il segretario -, le donne devono indossare un velo per andare in Iran, in caso contrario, non è possibile entrare nel Paese». Il polverone che è stato alzato per il copricapo indossato dalla governatrice non è quindi andato giù al Pd di Udine, che – si legge in una nota – ritiene vergognoso attaccare «un ‘gesto’ che è un segno di rispetto nei confronti di un Paese che ha una cultura differente dalla nostra». Per Leoncini si tratta di «una speculazione» che «spiace arrivi da un senatore e da un docente universitario come il professor Marco Orioles, uno studioso che non dovrebbe fare valutazioni di questo tipo, eccessive e fuorvianti».

Confondere più o meno volutamente il velo della Serracchiani con i fatti di Colonia e parlare di un presunto commercio di anime, poi, appare a detta di Leoncini «vergognoso e fuori luogo». Bisogna inoltre tenere sempre presente che la missione della Presidente non è finalizzata ad affari personali, ma è svolta nell’interesse dell’economia della nostra Regione.

Il segretario del Pd ha anche commentato il sondaggio pubblicato su Il Sole 24 Ore l’11 gennaio relativo al consenso sui sindaci. «Il gradimento percentuale apparso sulle pagine del quotidiano evidenzia un 52,5% (Governance poll del 2016). Un valore che sottolinea come sia un numero importante di cittadini a sostenere il sindaco Honsell». Leoncini ha inoltre sottolineato come «si tratta di un numero assoluto e non relativo». «Al di là delle molte polemiche – ha precisato il segretario – questo sondaggio dimostra come gli udinesi premino l’amministrazione e l’impegno costante del sindaco degli assessori e consiglieri tutti».

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!