Le torte a km zero finanziano il nuovo furgone

9 Maggio 2017
CASARSA DELLA DELIZIA – Torte e focacce realizzate con i prodotti a km zero del territorio per finanziare l’acquisto di un furgone che aiuterà nei loro spostamenti gli utenti del Centro socio occupazionale per disabili della cooperativa sociale Il Piccolo Principe di Casarsa della Delizia. Proprio gli stessi utenti, grazie al progetto Gustintempo, hanno indossato i camici e preparato deliziose leccornie che hanno permesso la raccolta di una prima parte della somma necessaria, ovvero 6 mila euro (basti pensare che solo per le festività pasquali sono state preparare 110 torte). Un’altra parte è arrivata da una donazione di Unicredit Banca (mille 172 euro) tramite un contest nazionale e un’ulteriore somma da donatori privati. Ora manca il rush finale per raccogliere quanto manca e rendere questo sogno realtà, sostituendo così l’attuale e datato furgone della cooperativa. Per il Centro socio occupazionale il “pulmino” non è solo un mezzo di trasporto che permette ad educatori e operatori ogni giorno di accompagnare gli utenti nelle diverse attività in cui sono coinvolti, ma è anche l’unico strumento che hanno gli utenti, con ridotte capacità motorie, di sentirsi parte della comunità e delle iniziative che la animano.

“Gustintempo è il nome che abbiamo scelto per questa nostra iniziativa – spiega Stefania Pavan, responsabile del Centro Socio Occupazionale per disabili del Piccolo Principe –: si tratta di un progetto di raccolta fondi nato come idea nel 2015 dalla passione per la buona tavola e dal desiderio di coinvolgere in modo creativo i ragazzi del centro nell’attività in cucina”.

Dal 2015 ad oggi, nella cucina del Cso sono stati preparati panini di zucca, strudel e meringhe, pizze, focacce, crostate, frittelle, dolci cremosi che poi il pubblico ha potuto portare a casa dietro un’offerta libera. “Al laboratorio a cadenza settimanale hanno collaborato a rotazione la maggior parte degli utenti – aggiunge Pavan -, ognuno in base alle proprie capacità. Inoltre i ragazzi sono stati coinvolti anche nella promozione, nella distribuzione presso le varie sedi del Piccolo Principe, nel far la spesa e nel confezionare i prodotti con particolare attenzione alla scelta dei nastri e dei bigliettini. Forse possono sembrare piccole cose, per i ragazzi però sono occasioni importanti per farsi conoscere e sentirsi apprezzati. In tutti i prodotti sfornati, poi, è stato tenuto conto della stagionalità, da qui il nome “Gustintempo”, della qualità degli ingredienti e della loro provenienza, preferendo prodotti locali a km zero.”

Attualmente è possibile prenotare le Cremose di primavera, ovvero torta alle mandorle, alla cioccolata oppure la tradizionale pastiera. “Prenotare è molto facile – spiega Pavan -: basta telefonare al Cso e scegliere entro il lunedì la proposta del mese che più piace, per poi ritirare direttamente al centro, piuttosto che nella nostra Bottega in piazza a Casarsa o alla fattoria didattica Volpe sotto i gelsi ai Comunali di San Vito al Tagliamento”. Un’opportunità importante quindi, per valorizzare le capacità e l’integrazione nel territorio dei ragazzi disabili, per sostenere i progetti del Piccolo Principe e per gustare sempre nuove prelibatezze.

Come detto da ottobre 2016 ad oggi il Cso ha raccolto, grazie a Gustintempo, quasi 6mila euro. “Solo ad aprile – sottolinea Pavan -, nelle settimane vicine alle festività pasquali, abbiamo venduto più di 110 dolci. Sono piccoli passi che ci avvicinano sempre più all’obiettivo finale: l’acquisto del nuovo furgone”. Oltre all’autofinanziamento, in questi mesi il Centro Socio Occupazione è stato al centro anche di molti atti di generosità. “Abbiamo ricevuto donazioni importanti da realtà del territorio – ha fatto sapere Pavan -, destinate all’acquisto del nuovo furgone: per ora non possiamo ancora svelare la loro identità, ma fra poche settimane potremo ringraziare pubblicamente questi nostri preziosi sostenitori”.

Un altro importante contributo all’acquisto del nuovo furgone è arrivato grazie a Il mio dono, l’iniziativa di Unicredit a sostegno delle associazioni e delle Onlus. Il Piccolo Principe, che dal 2012 aderisce a questo progetto, ha ricevuto nell’edizione invernale 440 click, che equivalgono a 1.172,99€ che Unicredit devolverà all’Onlus casarsese. Un altro importante passo in avanti, che ha permesso al Piccolo Principe di “appassionare” ai propri progetti sempre nuove persone, di farli sentire parte di una realtà che da anni promuove integrazione, solidarietà e possibilità di riscatto personale, lavorativo e sociale.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!