Le molte domande del Pd sull’ospedale di Palmanova

17 Ottobre 2019

”Il coordinamento del Partito democratico dell’Agro-aquileiese – si legge in un comunicato – plaude al ricorso del Comune di Palmanova contro la chiusura del punto nascita. Un atto dovuto nei confronti dei cittadini che già oggi si stanno accorgendo dello svuotamento dei servizi ospedalieri seguito a quella decisione.

Il Pd e con esso molti cittadini della Bassa friulana vogliono risposte più certe. Che fine ha fatto il super-ospedale tanto promesso da Fedriga di cui non c’è traccia nel ddl di riforma sanitaria appena approvato dalla giunta? Che fine ha fatto la mozione depositata a fine luglio dal consigliere Di Bert (Progetto Fvg) che chiedeva una modifica di legge per attribuire le specialità all’ospedale di Palmanova necessarie a garantirne il futuro, ovvero il tanto sbandierato status di “super-ospedale”? È forse stato ritirato? Dove è l’attenzione promessa dal consigliere regionale Mattiussi di Aquileia all’ospedale di riferimento dell’agro-aquileiese?

Non ci rassicurano – si legge ancora- gli interventi sulla stampa di medici e assessori perché non smentiscono i dati citati dal sindaco di Palmanova sul calo degli interventi chirurgici e sul depotenziamento dell’attività ginecologica. Addirittura l’assessore regionale Riccardi è costretto a difendersi con argomentazioni del tutto personali, che attaccano vilmente la persona di un Sindaco, anziché entrare nel merito delle cifre.

Stona poi che due medici apicali siano stati ora autorizzati ad intervenire sulla stampa (ricordiamo il diktat imposto dal direttore generale dell’azienda sanitaria nel pieno della protesta, per impedire ai dipendenti di parlare con stampa, cittadini, istituzioni) con il risultato di ottenere generiche opinioni di buon andamento o, ancor più risibile, una mera elencazione degli orari di apertura degli ambulatori, facilmente reperibili contattando un addetto dell’Urp. Anche in questo caso – conclude il comunicato – nessun riferimento al nuovo assetto ospedaliero o al più difficile e delicato ingresso dell’ospedale Palmanova-Latisana nella nuova azienda udinese”.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!