Le imprese agricole Fvg attendono 20 milioni di coperture assicurative

27 Gennaio 2017

PORDENONE. La Coldiretti di Pordenone ha organizzato un incontro per analizzare una questione cruciale per le imprese agricole del territorio. Lo ha fatto in occasione della presenza a Pordenone del Sottosegretario alle Politiche Agricole on. Giuseppe Castiglione e alla collaborazione di Isidoro Gottardo. L’appuntamento si è svolto a Rauscedo, ospiti dei Vcr (Vivai cooperativi Rauscedo) per i quali era presente il presidente Alfredo Bertuzzi. Sono stati coinvolti Condifesa Friuli Venezia Giulia con il presidente e direttore Fabio Benedetti e Daniele Giacomel, Condifesa Veneto con il presidente Valerio Nadal e Cooperativa Difesa con il presidente Giancarlo D’Andrea. Per Coldiretti hanno partecipato il presidente provinciale Cesare Bertoia, quello mandamentale Nadia Biasutto e il direttore Antonio Bertolla.

Oggetto dell’incontro: la preoccupazione di Coldiretti e dei Consorzi per la campagna assicurativa 2017. Le aziende agricole attendono l’erogazione di somme ingenti (circa 20 milioni in Friuli Venezia Giulia), a parziale copertura di quanto speso per assicurarsi, relative al 2016 e 2015, senza contare posizioni bloccate addirittura di anni precedenti. Benedetti ha illustrato i dati e ribadito la preoccupazione per la campagna assicurativa 2017, fortemente a rischio per i ritardi dell’ente erogatore e la sfiducia che ne consegue sugli agricoltori. Bertoia e Bertuzzi hanno ricordato il lavoro svolto dalle organizzazioni agricole e dalla cooperazione nei confronti delle imprese del settore primario per far maturare negli anni la consapevolezza dell’importanza della copertura assicurativa. “Bisogna evitare – hanno dichiarato i presidenti – di far regredire il comparto in quanto la copertura assicurativa è uno strumento strategico per lo sviluppo stesso delle imprese”.

Dal canto suo il Sottosegretario Castiglione ha sottolineato la necessità di lavorare insieme concentrandosi sul problema. Ha questo proposito ha assicurato il proprio interessamento per organizzare quanto prima un tavolo con i rappresentanti del mondo agricolo, il Governo e Agea per armonizzare procedure e permettere pagamenti in tempi più brevi, ma soprattutto certi. “È una misura – ha detto Castiglione – troppo importante, dove gli investimenti e le scelte del Governo sono state rilevanti e non possono essere vanificate – ha concluso – da motivi burocratici”.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!