L’aiuto della comunità croata di Trieste dopo i terremoti

29 Dicembre 2021

Murković e Granić

TRIESTE. Sono oltre 30 mila euro i fondi raccolti dalla Comunità Croata di Trieste – Hrvatska zajednica u Trstu per aiutare le popolazioni colpite dal violentissimo terremoto che esattamente un anno fa, lo scorso 30 dicembre, ha distrutto la città di Petrinja, nella storica regione di Banovina, a 50 km dalla capitale Zagabria. Quattro volte più energetico di quello di Amatrice, il terremoto ha ridotto il centro della città a un cumulo di macerie, radendo al suolo anche il locale ospedale e un asilo. A marzo 2020 c’era stato un altro fortissimo terremoto a Zagabria e anche in quel caso i croati di Trieste avevano avviato una raccolta fondi a favore della Clinica di Neonatologia di Zagabria, gravemente danneggiata dal sisma, con donazioni di materiali, attrezzature e strumentazione medica.

Dato il grandissimo supporto dato alle popolazioni terremotate dal Soccorso Alpino Croato – Hrvatska Gorska Služba Spašavanja HGSS, un’organizzazione che coinvolge circa mille volontari, sia nel portare i primi soccorsi immediatamente dopo il sisma che nel successivo percorso di normalizzazione, la Comunità Croata di Trieste ha deciso di utilizzare la somma raccolta grazie alla generosità di oltre 300 donatori per acquistare del materiale necessario alle attività del Hgss per il soccorso della popolazione sia in montagna che in altri teatri di crisi.

Squadra Soccorso alpino croato

Sono stati così acquistati materiali e attrezzature, tra cui tute ignifughe, barelle da montagna, fari, un potente generatore di corrente da campo compreso di armadi di distribuzione e varia attrezzatura da montagna. I fondi della donazione sono stati spesi per intero in Croazia. Durante una cerimonia svoltasi nella sede dell’Hgss di Zagabria, il presidente della Comunità Croata di Trieste – Hrvatska zajednica u Trstu, Gian Carlo Damir Murković, ha simbolicamente consegnato la donazione a Josip Granić, presidente del Soccorso alpino croato, e ai suoi più stretti collaboratori.

L’impegno della Comunità Croata di Trieste, ha ricordato il presidente, non si limita alle tradizionali attività in campo culturale, sociale e dell’insegnamento e valorizzazione della lingua e cultura croate, ma si estende, come da lunga tradizione, anche all’ambito umanitario tramite la donazione di materiali e attrezzature per le necessità di istituzioni e associazioni che si prendono cura della salute e della sicurezza dei cittadini della Croazia.

Condividi questo articolo!