La Targa della solidarietà consegnata alla Gymnasium

20 Maggio 2019

GRADO. Gymnasium Friulovest Banca a Pordenone non vuol dire solo salute, benessere, sport, comunità, giovani e riabilitazione, ma anche attenzione alle persone con disabilità. Un impegno quarantennale che non è passato inosservato e che è stato riconosciuto con una targa, nell’ambito Premio Regionale Solidarietà, la manifestazione promossa dalla Consulta regionale delle associazioni di persone disabili e delle loro famiglie (con l’impegno particolare della sezione territoriale isontina) con il patrocinio della Regione e della Fondazione Cassa di risparmio di Gorizia. Il riconoscimento è stato consegnato con una cerimonia al Palazzo dei Congressi di Grado, alla presenza del presidente della Consulta regionale Mario Brancati,

Mario Sandrin ritira la targa

Formalità a parte, l’evento è stato una grande festa del volontariato, con l’intento di valorizzare e riconoscere l’impegno e il sacrificio quotidiano di persone e associazioni che si dedicano senza alcun ritorno personale e lontano dai riflettori della cronaca al sostegno delle persone che soffrono. Ognuna delle quattro consulte territoriali della regione ha consegnato le medaglie d’oro, le targhe e i riconoscimenti speciali a coloro che si sono distinti per la loro opera nei confronti delle persone disabili, ma non soltanto, nei rispettivi territori. L’asd Gymnasium è stata individuata e scelta per la provincia di Pordenone.
L’obiettivo primario della Gymnasium è sempre stato quello dell’integrazione attraverso un lavoro individuale o di gruppo in momenti in piscina frequentati da tutti. Dopo un periodo di inserimento e ambientamento, la persona disabile viene inserita in gruppi di utenti normodotati. Le attività sono molteplici: si coinvolgono i ragazzi dei gruppi sportivi in attività integrate con i loro compagni di squadra disabili; si sviluppano progetti di coinvolgimento dei ragazzi delle scuole; si coinvolgono le persone con disabilità nelle attività dalla società sportiva.

Attualmente gli atleti iscritti allo special team sono una trentina, seguiti 4 allenatori, mentre sono 80 le persone con disabilità intellettiva relazionale inserite nelle attività nei 4 impianti natatori della Gymnasium. L’associazione può contare inoltre su 15 istruttori specializzati nel lavoro in acqua con persone con disabilità intellettiva relazionale, uno psicologo, un referente dei volontari e un referente per le famiglie.

Condividi questo articolo!