La storia del 45 giri

12 Dicembre 2012

PORDENONE. Nel giorno a lei dedicato, giovedì 13 dicembre Santa Lucia, ha scelto di incontrare i bambini meno fortunati che in questo momento si trovano ricoverati nel reparto di Pediatria dell’ospedale Civile. Alle 15.30, per iniziativa del Comune di Pordenone nell’ambito del Natale in Città, l’attore Fabio Scaramucci racconterà ai piccoli ospiti storie di Natale e piccole fiabe, rese ancora più coinvolgenti da una lettura partecipata, emotivamente calda, all’interno della quale gli ascoltatori verranno coinvolti in modo ludico. Quale miglior modo per sognare ad occhi aperti, se non lasciarsi trasportare da antichi racconti e nuove avventure in un periodo tanto ricco di significati, sogni e desideri? Per Ortoteatro raccontare e ascoltare, sono due modi di accrescere la propria ricchezza interiore e conoscere il mondo.

La sala conferenze della Biblioteca Civica ospiterà alle 18, l’incontro a cura di Gianmario Chiarello dedicato al 45 giri e alla sua storia curiosa e poco conosciuta. Un oggetto di plastica, nero, con un grande buco in mezzo, che forse molti giovani non hanno nemmeno mai visto o lo considerano un reperto archeologico. La storia di questo supporto sonoro, nato poco più di sessant’anni fa e che per un quarto del secolo scorso ha dominato in maniera indiscussa la scena musicale, sociale ed economica è davvero singolare e curiosa. Nacque infatti per puro caso, quasi come un figlio illegittimo, ma finì per influenzare enormemente i giovani dell’epoca e le loro scelte musicali (e non solo) tanto che intorno ad esso si sviluppò una potente e ricca industria. Le curiosità che saranno raccontate giovedì 13 dicembre non mancheranno di coinvolgere e, forse, di sorprendere. Ingresso libero.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!